Postilla Digitale

SRLS semplificate: un regalo alle mafie che #rottamalatutela?

notaio

Provo a spiegare in termini elementari in che modo il D.D.L. Concorrenza costituisce, sul fronte societario, il più grande regalo alle mafie che uno Stato di diritto possa fare.

Vediamo i punti chiave.

srlsIl D.D.L. consente la costituzione di una SRLS (si badi, società di capitali a tutti gli effetti) senza l’intervento del Notaio e dunque senza un adeguato controllo preventivo su due punti essenziali: a) chi sono i soggetti che costituiscono la società; b) che cosa fa la società, ossia la conformità a legge dell’oggetto sociale (più semplicemente lo scopo e l’ambito economico in cui la società intende operare).

Il profilo dell’identità è importantissimo. Il Notaio in questa fase accerta l’identità personale delle parti e se ravvisa dei profili di rischio (non voglio entrare nel dettaglio) procede ad effettuare una segnalazione alle Autorità competenti su profili di anti riciclaggio.

Su questo aspetto concordo in pieno con l’opinione, ampiamente diffusa nella categoria professionale dei commercialisti e degli avvocati, secondo la quale una tale segnalazione possa, anzi debba provenire solo dal notaio. Quest’ultimo rappresenta lo Stato, il dottore commercialista e l’avvocato tutelano sempre un interesse di parte.

La tutela anti-riciclaggio è nella sostanza attribuita solo al Notaio.

Del pari importante è il profilo di controllo dell’oggetto sociale. Il D.D.L. legittima una situazione paradossale: l’amministratore della società che sta per essere costituita attesta direttamente la conformità a legge della medesima società.

In poche parole, il controllore e il controllato coincidono!

Non solo. Per tutta una serie di attività giuridiche “ad alto rischio criminalità”, quali la cessione di quote di SRL o la costituzione di grandi società agricole (in veste di società semplici), la funzione notarile (che ripeto è parte dello Stato, al pari di un Magistrato) diviene sostituibile con l’intermediazione di una agenzia d’affari o di  disbrigo pratiche. Facciamo un esempio.

Tizio e Caio, noti alla giustizia per i molti precedenti penali in reati contro l’ambiente, costituiscono sa soli una bella SRLS, attestando a se stessi la conformità a legge della propria società.  Subito dopo, con la stessa società che si occupa di “disbrigo pratiche”, procedono al riciclaggio sistematico di denaro avente provenienza illecita attraverso cessioni di quote di SRL ovvero facendo confluire ingenti capitali nella costituzione di società semplici dedite all’attività agricola.

Il tutto senza un benché minimo profilo di controllo.

IL D.D.L. non penalizza i Notai, ma taglia fuori lo Stato dal sistema dei controlli preventivi in ambito societario. 

Più di questo cosa dobbiamo fare per aiutare il crimine organizzato? Regalare loro una bella assicurazione?

Paolo Divizia

Paolo Divizia

Notaio in Bergamo e Assistente alla Cattedra di Diritto Commerciale – Università di Bergamo. Già Professore a contratto presso Univ. degli Studi di Genova.
Autore di 5 monografie in ambito societario, oltre 40 articoli su riviste scientifiche e trattati.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This