Device

IDC: vendite europee di smartphone a +6,4% nel 2014 ma mercato rallenta

A man uses Samsung Electronics' new Samsung Galaxy SIII smartphone during its launch in London

Nel 2014 le vendite di in Europa occidentale sono cresciute del 6,4% su base annua raggiungendo i 145,8 milioni di unità, mentre le vendite di telefonini tradizionali sono diminuite del 39% a 28,4 milioni di pezzi. Ne risulta un settore complessivamente in calo del 5,2% a 174,1 milioni di unità.

I dati provengono dagli analisti di , secondo cui Apple ha portato la sua quota di mercato al 17,7% rispetto al 14,9% del 2013, mentre Samsung è scesa dal 42,3% al 35,3%. La flessione del settore, per il secondo anno consecutivo, dipende quindi dal crollo delle vendite di cellulari tradizionali, che ormai rappresentano solo il 16% del mercato totale in termini di volume e il 2,2% in termini di valore. Gli smartphone, al contrario, sono in tasca di 7 europei su 10. Il 10% delle vendite è rappresentato da phablet, dispositivi con display superiore ai 5 pollici, di cui sono stati consegnati 14,3 milioni di pezzi, il 174% in più rispetto al 2013. “Il successo del’iPhone 6 e dell’iPhone 6 Plus, la crescente popolarità dei phablet e l’esplosione dei device sotto i 150 dollari hanno trainato la crescita degli smartphone”, spiega l’analista Francisco Jeronimo. Proprio grazie ai nuovi iPhone, Apple nel 2014 ha venduto 30,9 milioni di unità rispetto ai 26,9 milioni dell’anno precedente. Samsung è sempre al primo posto, ma registra vendite in calo da 77,7 a 61,4 milioni di pezzi. Terzo è il brand Nokia/Microsoft, giù da 25,9 a 19,7 milioni di unità. Seguono Sony, in lieve aumento a 15,2 milioni di device, e Lg, anch’essa in lieve crescita a 8,7 milioni di pezzi.

IDC

Fonte: IDC Italy

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This