Market & Business

Amazon punta alle e-mail business con WorkMail

amazon

punta sulla posta elettronica in ambito business, un settore dominato da Microsoft e, a distanza, da Google. Stando al Wall Street Journal, la società nel secondo trimestre lancerà WorkMail, un servizio di email e calendario elettronico aziendale. “I clienti non sono felici delle loro attuali soluzioni di , ha detto Adam Selipsky, vicepresidente per il marketing di Amazon Web Services. “Molti clienti percepiscono queste soluzioni come costose e complicate”.

WorkMail costerà 4 euro al mese per casella di posta, un prezzo simile a quello di Google Apps for Work e del servizio Microsoft Office 365. Sulla scia di Microsoft e Google, Ibm nell’autunno scorso ha lanciato un nuovo servizio di email per dipendenti, e anche startup come Dropbox offrono servizi di posta. Il settore, infatti, si mostra redditizio e in espansione. Nel 2014 i servizi email basati sul cloud hanno generato ricavi per 6,3 miliardi di dollari a livello globale. La cifra, secondo i ricercatori di Radicati Group, salirà a 16,9 miliardi nel 2018. Per Colin Sebastian, analista di Baird Equity Research, i servizi di posta potrebbero generare 1 miliardo di ricavi annui per Amazon, che oggi comunicherà i risultati finanziari del quarto trimestre.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This