Mobile Payment

McKinsey: il futuro dei pagamenti globali è sempre più al digitale

Mobile Payment

Il settore mondiale dei pagamenti sta vivendo una crescita caratterizzata da un costante rimodellamento del panorama competitivo. Secondo un rapporto della McKinsey & Company dal titolo Global Payments 2014: A Return to Sustainable Growth Brings New Challenges dopo un periodo di stallo seguito alla crisi finanziaria del 2008, le previsioni di fatturato nel settore dei pagamenti per i prossimi anni sono più che positive: +8% annuale fino al 2018, anno in cui il comparto raggiungerà il valore di 2.3 miliardi dollari, pari al 43% di tutte le entrate dei servizi bancari a livello globale, rispetto al 34% registrato solo nel 2009.

Schermata 2014-12-03 alle 17.57.42Le regioni dell’area Asia-Pacifico, tra cui la Cina, rappresentano attualmente la quota maggiore dei ricavi nel settore dei pagamenti, ovvero il 40% e saranno il vero e proprio motore della crescita del settore. Copriranno il 56% della crescita globale nel corso dei prossimi cinque anni, con la sola Cina che da sola avrà nelle sue mani il 40% della crescita mondiale.

Anche l’Europa occidentale e l’Asia, dove i tassi di crescita sono stati negativi negli ultimi anni, vivranno un periodo di prosperità. I pagamenti transfrontalieri e le transazioni finanziarie andranno incontro ad una forte ripresa nei prossimi anni, guidati soprattutto dalla crescita dei flussi commerciali (con un tasso di crescita annuo previsto dell’8% tra il 2013 e il 2018).

Questa forte crescita è alimentata soprattutto da un aumento del volume degli affari, più che da una crescita dei margini di guadagno e dai ricavi delle transazioni.

Inoltre l’affermarsi di alcune tendenze confermano il buono stato di salute del panorama dei pagamenti: la tecnologia digitale legata ai pagamenti sta diventando più conveniente e, allo stesso tempo, offre soluzioni veloci e accessibili sia ai consumatori che ai clienti del comparto commerciale. È quindi naturale, a fronte di questo scenario, che le aspettative siano sempre più alte e prevedano un ampio orizzonte di sviluppo. Secondo McKinsey & Company saranno cinque le forze “dirompenti” che rimodelleranno il panorama dei pagamenti per i prossimi tre-cinque anni:

La continua trasformazione digitale dei pagamenti per le merci. La rapida adozione di smartphone e tablet sta portando ad una convergenza del mondo offline e online, aprendo ulteriormente a nuovi soggetti commerciali, grandi e piccoli. Il ridurrà notevolmente le distanze tra chi ha accesso alla tecnologia e chi si affaccia per la prima volta in questo settore.

Il passaggio di potere dall’archiviazione dei dati alle applicazioni e alle ricerche su base dati. Le banche storicamente hanno avuto accesso ai dati dei loro clienti e hanno portato avanti una tradizione di innovazione analitica in settori quali la prevenzione delle frodi e la gestione dei rischi. Tuttavia, negli ultimi anni, le imprese digitali innovative hanno adottato un approccio non tradizionale per l’analisi dei dati, ridefinendo il numero delle fonti a disposizione (come le reti sociali e i dati di geolocalizzazione) per creare nuove tendenze di mercato e spingere nuovi prodotti. In tal senso la sfida per le banche consisterà proprio in questo: in un cambio di mentalità che dal possesso dei dati proprietari arriverà ad un approccio più aperto verso l’analisi più ampia della clientela.

L’avvento dei pagamenti in tempo reale. Già molti paesi hanno già aggiornato le infrastrutture dedicate ai pagamenti tradizionali o hanno annunciato l’intenzione di farlo e hanno posto le basi per una innovazione nei prodotti e nei servizi, soprattutto nella forma di pagamenti in tempo reale senza carta. I pagamenti in tempo reale e le transazioni elettroniche potrebbero accelerare la guerra al contante e creare un pool di entrate supplementari pari a 80 miliardi di dollari entro il 2018.

La rapida crescita e la trasformazione digitale nelle transazioni bancarie. I ricavi ottenuti dalle transazioni bancarie transfrontaliere, insieme all’aumento dei flussi commerciali, hanno vissuto una crescita moderata nel corso degli ultimi tre anni. Mentre ci aspettiamo che i flussi commerciali nel corso dei prossimi cinque anni ricalchino i modelli tradizionali conosciuti fino ad oggi, il settore bancario cambierà radicalmente, offrendo soluzioni innovative, una maggiore trasparenza e un insieme di regole specificamente pensate per il comparto digitale.

I pagamenti costituiranno una pietra miliare nella prossima fase di banking digitale. La ricerca della McKinsey prevede che oltre il 50% dei ricavi di tutti i prodotti bancari in Europa occidentale entro il 2018 saranno digitali. La prossima sfida per i fornitori di pagamenti è lo sviluppo di una più profonda comprensione delle esigenze dei clienti e degli stili di fruizione del banking online.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This