Market & Business

E-Bay: Natale 2014 all’insegna del Made in Italy e dell’e-commerce

natale

Un all’insegna del Made in Italy e dell’, in tutto il mondo. Secondo i dati interni di eBay.it, i venditori italiani esporteranno oltre 450 mila oggetti durante la stagione natalizia, in crescita rispetto ai 372 mila prodotti del 2013. E saranno soprattutto oggetti da collezione e capi d’abbigliamento, ma anche ricambi, accessori e prodotti elettronici, a raggiungere mercati lontani come Stati Uniti, Canada, Australia e Cina e mercati più vicini come Germania, Francia, Regno Unito, Spagna e Polonia. 

Un dato importante, spiega una nota, che rileva il valore dei prodotti italiani è il prezzo medio degli oggetti acquistati. Dall’estero, infatti, il Made in Italy è ambìto e ricercato, tanto che il prezzo medio di vendita degli oggetti provenienti dal nostro Paese, secondo i dati di eBay, è di circa 74 dollari, di gran lunga superiore rispetto ai prodotti esportati dai venditori inglesi (27 dollari), americani (48 dollari) o tedeschi (49 dollari). La Cina si rivela invece una destinazione particolare per i prodotti italiani: agli ultimi posti per volume di oggetti, i consumatori cinesi apprezzano molto il made in Italy di alta qualità, acquistando prodotti italiani ad un prezzo medio più alto: 112 dollari. Germania, Stati Uniti e Francia svettano in classifica per volume di transazioni, da qui viene acquistato il maggior numero di oggetti italiani.

Il commercio transfrontaliero è un’opportunita unica per i venditori italiani, soprattutto in un momento di difficoltà per le vendite al dettaglio: esportando si accede a mercati nuovi e a un pubblico prima irraggiungibile. eBay permette e facilita questa apertura al mondo, che si fa ancora più significativa durante il periodo più importante dell’anno per lo shopping: la stagione natalizia”, spiega il Country Manager di eBay in Italia, Claudio Raimondi.

A livello globale, secondo le nostre previsioni, gli oggetti esportati dai venditori eBay durante la stagione natalizia 2014 saranno 100 milioni, in crescita rispetto agli 85 milioni del 2013. Il 20% della domanda durante il periodo natalizio a livello globale proviene da acquirenti internazionali”, sottolinea.

Nei giorni scorsi eBay ha rilasciato anche previsioni per quanto riguarda i canali attraverso cui passerà gran parte dello shopping natalizio: i dispositivi mobile giocano, come prevedibile, un ruolo sempre più di primo piano. Grande aspettativa c’è anche oltreoceano: secondo recenti dati Forrester le vendite online raggiungeranno gli 89 miliardi di dollari durante le festività natalizie di quest’anno, con un incremento del 13% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e colmando una flessione del 15% che si registra fin dalle festività del 2013.

 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This