Market & Business

Google nello spazio: accordo con la NASA per affitto di base aerea

0320_gmail_970-630x420

Nuova inattesa iniziativa per che ha deciso di affittare la storica sede della NASA Moffett Federal Airfield, una base aerea di 1000 acri situata a 4 km dalla sede di Mountain View, alla cifra di 1,16 miliardi di dollari per 60 anni. La base sarà impiegata nella “ricerca, nello sviluppo e nell’assemblaggio e nei test per l’esplorazione spaziale, nell’aviazione, nella robotica e in altre tecnologie emergenti”, afferma la Nasa. E il colosso della ricerca promette anche il recupero e restauro dello storico hangar Zeppelin.

La mossa di Google ribadisce l’intenzione di impegnarsi in progetti al di fuori della sua attività principale, spingendosi verso nuovi mercati e confermando il suo essere  una delle aziende più prolifiche e sperimentatrici tra le grandi della Silicon Valley.

La lista dei progetti ambiziosi è lunga, alcuni dei quali sono gestiti dalla divisione di ricerca del . Tra questi si annoverano gli sforzi per creare una nuova tecnologia per la vista 3D, le lenti a contatto per i pazienti affetti da diabete e attività di ricerca con l’obiettivo di allungare la vita media. La società ha anche lavorato su progetti riguardanti la robotica o palloncini per portare la connessione Internet in zone inaccessibili del globo.

L’accordo con la NASA è solo l’ultimo tra quelli che Google si è aggiudicato nella Bay Area. La società nel mese di ottobre ha confermato due offerte immobiliari di grandi dimensioni a Sunnyvale e Redwood City, in California, raggiungendo una superficie posseduta nella Silicon Valley di oltre 2 milioni di metri quadri e scalzando i vicini Apple, Nvidia e Facebook.
Moffett Federal Airfield è stata costruita nel 1930 come parte della circostante base navale. Il campo è anche sede del centro di ricerca Ames, e una tempo era luogo del famoso “Space Camp” della NASA per i bambini.
L’accordo, annunciato a febbraio ma confermato pochi giorni fa, farà risparmiare alla NASA 6,3 milioni di dollari all’anno in costi di manutenzione e di funzionamento. 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This