Market & Business

Microsoft: in arrivo integrazione di Office con DropBox via mobile

Edit-Office-files-from-the-Dropbox-mobile-app1-1024x776

e hanno annunciato una partnership strategica a sorpresa con la quale i due colossi mirano ad “aiutare le persone a lavorare in modo più efficace“. Le due aziende leader di settore hanno infatti sottoscritto una collaborazione che permetterà la migliore integrazione dei servizi Dropbox nella suite mobile di  su smartphone, tablet e web.

Con l’utilizzo del mobile che esplode a livello mondiale, già milioni di persone si rivolgono a Dropbox e Office sia per per accedere che per gestire e collaborare da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento sui loro documenti specialmente di lavoro. Oltre 1,2 miliardi di persone utilizzano Office e Dropbox è diventato di fatto la “patria” di più di 35 miliardi di file di Office. Di qui l’accordo. “Le persone hanno sempre più bisogno di modi semplici per creare, condividere e collaborare indipendentemente dal loro dispositivo o piattaforma”, ha dichiarato Satya Nadella, CEO di Microsoft. “Insieme, Microsoft e Dropbox forniranno ai nostri clienti comuni strumenti flessibili che li metteranno al centro della loro odierna esperienza di vita e di lavoro.” Sulla stessa lunghezza d’onda si colloca Drew Houston, CEO e co-fondatore di Dropbox. “La nostra partnership con Microsoft renderà più facile che mai collaborare senza soluzione di continuità attraverso queste piattaforme, dando alle persone la libertà di fare di più.”

Nello specifico gli utenti Dropbox e Microsoft potranno ora effettuare le seguenti operazioni: accedere a Dropbox dall’app Office, modificare i file di office direttamente da Dropbox sincronizzando anche i dispositivi; condividere i file nuovi o modificati con l’app mediante le semplici funzionalità di condivisione di Dropbox. Le funzionalità saranno inizialmente incluse nei prossimi aggiornamenti alle applicazioni di Office per iOS e Android, in arrivo nelle prossime settimane. L’ integrazione tra il sito web Dropbox e Office Online sarà disponibile nella prima metà del 2015. E Dropbox renderà l’applicazione disponibile su piattaforme Windows Phone e Windows Tablet nei prossimi mesi.

Gli esperti non si stupiscono della mossa di Microsoft che con OneDrive ha già un suo sistema proprietario rivale di Dropbox. Ma come fa notare TechCrunch gli 80.000 professionisti paganti di Dropbox e centinaia di milioni di utenti che lo usano, sono una cifra e una platea che, semplicemente, non potevano essere ignorati dal colosso di Nadella. Dropbox è il maggior competitor dell’ecosistema del cloud storage quindi era impossibile non tenerne conto. E la strategia del nuovo Ceo per far recuperare a Microsoft il terreno perso nel settore mobile, si arricchisce di un altro tassello.

 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This