Digitaliani

IDC: nel 2018 la spesa per il cloud pubblico raggiungerà i 127 miliardi

cloud8

Nei prossimi anni si assisterà alla progressiva crescita del pubblico: secondo una nuova previsione di  nel 2014 la spesa per sistemi di public cloud raggiungerà i 56,6 miliardi di dollari e crescerà fino a raggiungere i 127 miliardi di dollari nel 2018. Un aumento annuale per i prossimi cinque anni del 22,8%, pari a sei volte il tasso di crescita del mercato IT nel suo complesso.

Tra i fattori che determineranno la crescita dei servizi cloud pubblici vi è l’ampliamento dell’offerta tra i fornitori e la realizzazione di nuove soluzioni da parte degli acquirenti. Ancora più importante, secondo IDC, è il fatto che il mercato dei servizi cloud sta entrando in una “fase di innovazione” che produrrà un’esplosione di nuove soluzioni e creazione di valore proprio in merito grazie a servizi innovativi. Molte di queste nuove soluzioni entreranno a far parte di piattaforme specifiche di settore, che trasformeranno non solo l’operatività delle aziende ma soprattutto la loro competitività. Grazie al numero crescente di applicazioni, all’internet of Things e all’aumento di best practice, i servizi cloud raggiungeranno quasi ogni mercato B2B e i servizi consumer.

Nel corso dei prossimi quattro o cinque anni, IDC si aspetta che la comunità di sviluppatori triplichi e aumenti di dieci volte il numero di nuove soluzioni cloud-based“, ha detto Frank Gens, Senior Vice President e Chief Analyst di IDC. “Molte di queste soluzioni diventeranno ancora più strategiche rispetto a quelle tradizionali. La concorrenza sarà senza precedenti e i principali fornitori di cloud consolideranno la loro posizione sul mercato. Questa combinazione esplosiva di innovazione e forte concorrenza costituirà nei prossimi anni un cardine per gli attuali leader di mercato e un incentivo per le i soggetti che aspirano ad entrare nel mercato IT“.

IDC prevede che il Software as a Service (SaaS) continuerà a dominare la spesa per i servizi cloud, andando ad occupare il 70% nel 2014 per il totale delle spese dei servizi. La seconda più grande categoria di servizi cloud pubblico sarà l’Infrastructure as a Service (IaaS), potenziato dal cloud storage, che raggiungerà una quota del 31% nel periodo di previsione. Il Platform as a Service (PaaS) e i servizi di cloud storage saranno le categorie in più rapida crescita, guidati rispettivamente dal miglioramento nello sviluppo dei servizi cloud e da soluzioni dei grandi data-driven.

IDC

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This