Mail Marketing

Osservatorio MailUp: tutti i numeri dell’email marketing – dati di marzo/settembre

email marketing

A dispetto dei suoi oltre 40 anni, l’email gode di ottima salute.  A confermarlo, l’aggiornamento dei dati statistici relativi al periodo marzo-settembre 2014 elaborati da MailUp per TechEconomy. Numeri alla mano, l’email – newsletter, promozionale e transazionale –  è ancora uno degli strumenti più efficaci per generare contatti, favorire le vendite e accompagnare nelle fasi di post-vendita.

Scopriamo insieme quali sono le tipologie di messaggi email più aperti, nei settori di appartenenza delle aziende che effettuano gli invii, e quali creano maggior engagement fra gli utenti. ha analizzato in forma aggregata i dati legati gli invii.

grafico1

Nel semestre di riferimento sono state inviate 14 miliardi di email di cui ben il 96% recapitate nella casella dei destinatari. A fare la parte del leone, sia in termini di open rate sia di clic sulle email lette, sono ancora una volta le email transazionali, ovvero tutte quelle email ricevute a seguito di particolari azioni legate, per esempio, a registrazioni o acquisti (password, credenziali, conferme d’ordine o altro).

grafico2

grafico3_OK

Tra DEM e newsletter, è poi sempre quest’ultima a registrare percentuali di apertura (OR) e clic (CTR) più alte.

Analisi per settore merceologico

Settore merceologico e tipologia di business dell’azienda sono elementi decisivi per ­decretare l’andamento di una campagna di email marketing. Per questo, per poter comprendere meglio i risultati delle proprie attività, è importante confrontare i dati con quelli delle altre aziende dello stesso settore. Nell’analisi di MailUp sono stati selezionati 28 differenti settori di attività commerciali: le tabelle riportate offrono i dati relativi a newsletter e DEM, evidenziando come le percentuali di CTR, OR e CTOR possano variare in base alla tipologia di ambito d’interazione (B2B, B2C e cross B2B + B2C).

Invio di newsletter: i risultati miglioritabella1

In termini di apertura (OR), il risultato più significativo emerge nel settore Assicurazioni, Finanza e Banche (59% nel B2B). Le comunicazioni che generano più reazioni (CTOR) si registrano nel settore Moda, Abbigliamento e Calzature (33% B2C). Nell’ambito B2B +B2C il settore Consulenza/Professionisti ottiene risultati molto positivi.

Invio di DEM: i risultati migliori 

tabella2

In ambito più promozionale, è il settore Agricoltura/Alimentare a guidare la classifica dei migliori risultati: le comunicazioni inviate da aziende dell’area food sono aperte, cliccate e generano azioni. Considerando la comunicazione da azienda ad aziende (B2B), il settore più performante resta quello della Associazioni e delle Organizzazioni Politiche. Moda, Abbigliamento e Calzature ottiene ancora ottimi risultati in termini di CTOR (25% B2B+B2C).

Andrea Serventi

Andrea Serventi

Andrea Serventi inizia il suo percorso come redattore di testate ed emittenti televisive di carattere economico-finanziario. Col tempo si è appassionato all’analisi di dati e statistiche e all’email marketing. Attualmente riveste il ruolo di editor all’interno del reparto comunicazione di MailUp.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This