Market & Business

E-commerce: in arrivo il card reader targato Etsy

big_etsy_logo2

Etsy, il popolare sito di shopping online, ha annunciato che inizierà ad offrire gratuitamente lettori di carte di credito ad alcuni dei suoi venditori statunitensi. L’operazione fa parte di uno sforzo più generale da parte della piattaforma per estendere il suo supporto al di là delle attività online e per entrare i concorrenza con gli altri operatori di eCommerce.

I lettori, che potranno essere collegati ad uno smartphone o ad un tablet, saranno utilizzati in combinazione con l’app di al fine di consentire ai venditori di accettare carte di credito e carte di debito in differenti contesti di vendita, come le fiere di artigianato e le vendite al dettaglio. Secondo , infatti, più di un terzo delle persone che hanno sede negli Stati Uniti e che vendono merci sul suo sito online vendono anche i loro prodotti in occasione di fiere artigianali.

Con questa mossa Etsy per la prima volta inizierà a trarre profitto dalle transazioni che avvengono lontano dalla sua piattaforma digitale: i venditori che utilizzano il lettore di carte di credito pagheranno a Etsy il 2,75% per ogni transazione. I lettori in questione saranno disponibili solo per i venditori che utilizzano la piattaforma di pagamenti, chiamata Direct Checkout, dal proprio account Etsy, e potranno accettare solo carte di credito e di debito acquistate su Etsy.com e sulla app Etsy.

Etsy, al momento, ha rifiutato di fornire ulteriori informazioni sulle modalità di ricezione del lettore gratuito per i venditori della sua piattaforma. In futuro svelerà i dettagli per la richiesta del device.

Etsy con questo nuovo prodotto diventa una potenziale concorrente per i fornitori tradizionali di card reader come Square, PayPal e Amazon. Square addebita la stessa tassa, pari al 2,75%, applicata da Etsy, mentre PayPal addebita il 2,7%. Amazon prende solo il 1,75% sugli acquisti fino alla fine del 2015, ma aumenterà la quota al 2,5% già dall’anno successivo.

Secondo la stessa compagnia, il lettore fornito da Etsy fornirà dei vantaggi rispetto ai competitors. Innanzitutto, il lettore avrà il marchio Etsy e si integrerà con il negozio online dei singoli venditori in modo da gestire automaticamente il magazzino e le scorte rimanenti. Il lettore, inoltre, potrà inviare le ricevute elettroniche ai clienti dopo le transazioni con le informazioni approfondite sul venditore con l’obiettivo di costruire un più profondo rapporto venditore-cliente.

I venditori chiedevano [il lettore] in un modo interessante,” ha detto Camilla Velasquez, direttore dei pagamenti e della vendita multicanale di Etsy. “Non dicevano, ‘voglio un lettore.’ Dicevano, ‘Voglio un modo per gestire l’inventario quando sono in movimento’ e ‘Voglio un modo per mantenere un contatto con i miei clienti“. Secondo Velasquez il lettore potrebbe essere adottato sia dai commercianti, che già utilizzano un dispositivo della concorrenza, sia dai venditori che fino ad oggi hanno accettato solo pagamenti in contanti.

Tuttavia il lancio di questo nuovo prodotto porta con sé alcune grandi questioni. Il lettore accetta solo pagamenti effettuati con carte di credito tradizionali, provviste di strisce magnetiche, in un momento in cui le banche hanno deciso di emettere un nuovo tipo di carta di credito integrato con un chip, e quindi meno esposto alle frodi, che diventerà obbligatorio entro il 2015. I big retailers si stanno già organizzando per accettare queste nuove carte di pagamento. Square ha detto che inizierà a vendere un lettore all’inizio del prossimo anno compatibile con le card provviste di chip mentre PayPal è in corsa per questo tipo di dispositivi ma solo per gli Stati Uniti.

Il lettore offerto da Etsy non sembra avere queste possibilità e inoltre non accetta pagamenti mobile da Apple Pay e Google Wallet. Il settore, quindi, si sta evolvendo velocemente. Al momento la Velasquez non sembra preoccupata ma cosa succederà al fatidico giro di boa del 2015?

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This