Market & Business

Airbnb nel mirino giustizia di New York: affitti illegali?

airbnb

sul banco degli imputati a New York: secondo un rapporto del ministro della giustizia della Grande Mela, tre quarti degli appartamenti messi sul mercato attraverso il popolarissimo social network sarebbero illegali. Il dossier afferma che un terzo degli appartamenti sul sito californiano provengono da operatori commerciali, non proprietari desiderosi di arrotondare il lunario affittando la propria casa, ad esempio, per pagarsi una vacanza. Queste unità generano oltre un terzo dei profitti per non parlare di alcuni padroni che, secondo il documento, gestiscono veri e propri “hotel illegali”.

Sempre per dimostrare che le operazioni di Airbnb non corrispondono alla descrizione fatta dal sito, si afferma che quasi tutte le case si trovano in tre quartieri di lusso di Manhattan e a Brooklyn. Queens, Bronx e Staten Island sono praticamente inesistenti sulla mappa. L’affondo contro Airbnb coincide contro una mossa simile dell’agenzia dei taxi municipale contro Uber e Lyft: la Taxi and Limousine Commission ha messo sul tavolo una proposta per limitare l’uso di quei servizi di trasporto urbano basati su una applicazione per smartphone che consentono di chiamare le auto a noleggio disponibili nelle vicinanze. Non è la prima volta che Airbnb viene messo sul banco degli imputati, o peggio, che fa mettere sul banco degli imputati i propri affitta-appartamenti: c’è una legge municipale, per esempio, di cui ha fatto le spese l’anno scorso il webmaster Nigel Warren, secondo la quale l’affitto non può essere inferiore ai 30 giorni a meno che il padrone di casa non sia in casa. Warren, che aveva affittato la sua casa per un giorno, si è visto recapitare una multa di 2.400 dollari che alla fine non ha pagato perchè ha potuto dimostrare che quella notte il suo “room-mate” era presente nell’appartamento. Eppure qualcosa sta cambiando: a San Francisco, dopo mesi di battaglia, la scorsa settimana il consiglio comunale ha legalizzato di fatto la rete di “house sharing”.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This