Market & Business

Ue indaga su Amazon e Lussemburgo: accordi fiscali illeciti?

Amazon

Dopo Apple, anche sarebbe finita nel mirino Ue per accordi fiscali non leciti tra il e il colosso online. Amazon avrebbe infatti ricevuto sovvenzioni statali potenzialmente illecite per le sue operazioni europee per quasi un decennio. L’ Ue, secondo quanto riportato dal Financial Times, avrebbe già inviato al Granducato una richiesta di informazioni per capire che genere di accordo avesse stipulato con il colosso.
Gli investigatori ritengono che il Lussemburgo abbia dato condizioni favorevoli ad Amazon con una sentenza del 2003 con cui lo Stato avrebbe limitato il totale delle tasse pagate dal colosso di Internet solo all’ 1% dei suoi introiti nel mercato europeo.

L’indagine di Joaquín Almunia, commissario UE sulla concorrenza in uscita, solleva questioni scomode per Amazon circa la misura in cui il suo successo sia dipeso da politiche fiscali “controverse”. Un sospetto sollevato anche in altri contesti, ad esempio in Inghilterra, tanto da aver dovuto smentire fermamente più volte tali accuse.

Il caso “Amazon” non è il primo, e probabilmente neppure l’ultimo, in cui giganti della rete attirano l’attenzione del regolatore europeo: l’ultimo in ordine di tempo, di pochi mesi fa, è di Apple accusata di aver stretto accordi “particolari” con il governo Irlandese.  

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This