Legal & Digital Rights

FBI contro Apple e Google: troppa privacy è di ostacolo alle indagini

James Comey,

Il capo dell’ contro Apple e Google. James Comey, si è scagliato contro i due colossi per aver reso più difficile decriptare i nuovi smartphone, impedendo anche alle forze dell’ordine di averne accesso anche in caso di un mandato del giudice. È la prima volta che un alto funzionario del governo critica apertamente la decisione di Apple e Google.

Le due aziende hanno annunciato la settimana scorsa una serie di iniziative a massima tutela della privacy degli utenti: Apple, ad esempio, con la nuova versione del suo sistema operativo, iOS 8, ha reso smartphone e tablet più “sicuri” mettendo sotto protezione i codici personali che non possono più essere bypassati e perciò non si potrà avere accesso ai dati personali. E un’azione simile starebbe per farla anche Google con Android.

Secondo la polizia, e come riportato dal Wall Street Journal, la possibilità di avere i dati personali come foto, messaggi, email, allegati, contatti, sono invece essenziali per risolvere una serie di crimini: dall’omicidio, alla pedopornografia, a tentativo di attacchi terroristici. “Verrà un giorno in cui questo sarà di enorme importanza per i cittadini, cioè la possibilità di avere accesso agli smartphone o o altri dispositivi“, ha detto Comey. “Ciò che mi preoccupa è che queste società espressamente enfatizzano qualcosa che dà alle persone la possibilità di tenersi al di là della legge“. Il direttore dell’FBI è preoccupato anche gli effetti del post “Capisco le oscillazioni come reazione al mondo post-Snowden; quello che mi preoccupa è che il pendolo sta oscillando troppo lontano, nella direzione opposta”. Il direttore dell’Fbi ha poi aggiunto che alcuni dirigenti del bureau hanno già contattato Apple e Google “per poterne discutere insieme“.

Esiste un confine estremamente delicato tra privacy e : un rapporto sempre più complesso che dopo il Datagate ha assunto dimensioni imponenti.

3 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

3 Comments

  1. Pingback: Datagate: Twitter fa causa al Governo Usa | Tech Economy

  2. Pingback: "Backdoor" per accedere ai dati degli utenti: Google ed Apple contro le norme Usa | Tech Economy

  3. Pingback: Proposta di legge sulle intercettazioni: Apple si schiera contro il governo UK | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This