Legal & Digital Rights

Antitrust: tra Ue e Google è ancora battaglia su posizione dominante

google-antitrust-ue-ok_t

Il caso che vede opposti e la Ue sul presunto abuso di posizione dominante da parte del gigante americano, non è ancora chiuso: il colosso di Mountain View dovrà “trovare soluzioni” alle “preoccupazioni giustificate” segnalate a Bruxelles dai concorrenti. Lo ha detto il commissario Ue alla concorrenza in un’intervista a Bloomberg Tv. Nel corso dell’estate “alcuni ricorrenti hanno introdotto nuovi argomenti, nuovi dati, nuove considerazioni – ha affermato Almunia – ora dobbiamo analizzarli e vedere se possiamo trovare delle soluzioni, se Google può trovare delle soluzioni ad alcune di queste preoccupazioni che riteniamo giustificate”. 

Una volta completata l’analisi della nuova proposta di Google, se questa darà risposta alle preoccupazioni sollevate “allora possiamo avanzare verso una soluzione concordata nei prossimi mesi, se invece non siamo soddisfatti proseguiremo sull’altra strada della procedura tradizionale“, ha avvertito Almunia. Questa seconda opzione è quella che può portare a una multa sino al 10% del fatturato annuo della società.

Bruxelles si era inizialmente detta soddisfatta a febbraio dalla ennesima proposta presentata dal gigante di internet per trovare “rimedi” alle accuse di abuso di posizione dominante nell’ambito dei motori di ricerca ma, con una mossa inattesa che però è rimbalzata spesso nelle ultime settimane, Almunia ha riaperto il caso.  “Siamo ora in contatto con Google per vedere se sono pronti a offrire soluzioni”, ma “non possiamo anticipare quanto tempo prenderanno queste discussioni” ha aggiunto un portavoce del commissario Almunia, sottolineando che “ovviamente dipende se Google è pronta ad affrontare le questioni che abbiamo identificato“.  Google aveva promesso di visualizzare, con pari rilevanza, i prodotti e i servizi di da Google e quelli da portali concorrenti da individuare tramite un’asta. Ma proprio questo meccanismo che pare non abbia convinto Almunia secondo cui  porterebbe ulteriori risorse economiche al soggetto dominante.

 

2 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

2 Comments

  1. Pingback: Berlino incalza Google su trasparenza: "svelate la formula del motore di ricerca" | Tech Economy

  2. Pingback: Controversia su posizione dominante: Ue minaccia sanzioni per Google | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This