ICT & Telco

In Italia corre l’Internet Mobile? I dati Agcom

Agcom

Le chiavette per Pc di seconda a terza generazione di Telecom Italia sono quelle su cui si naviga in Internet più velocemente, se si considera la velocità di download espressa in Kbps mentre per il tempo di navigazione (espressa in secondi) la migliore è Vodafone. Sono alcune delle evidenze emerse dai dati diffusi dall’ in occasione della pubblicazione  dei risultati della seconda campagna pubblica di rilevazione Misura Internet condotta da novembre 2013 a marzo 2014 condotta su 20 città italiane.

Come si legge nello studio, la velocità media rilevata è di 6,7 Megabit al secondo rispetto ai 6,4 della scorsa indagine. Tim è l’operatore più veloce in download, con un valore di 8,4 Megabit, mentre la volta scorsa il primato andava a Vodafone, che stavolta si ferma a 7,4. In upload entrambe sono a 1,9 Megabit. Vodafone fa meglio per tempo di apertura di una pagina web normale (2,45 secondi, contro i 2,74 di Tim) mentre Tim batte Vodafone per tempo di apertura di una pagina web https, sia nella trasmissione che nel tasso di perdita pacchetti. H3G e Wind seguono nella classifica degli operatori più veloci per download e upload.

Agcom

Scopo di questa campagna, che segue quella del primo semestre del 2013, è stato quello di verificare le prestazioni conseguibili dai sistemi e dalle reti disponibili, predisposti secondo la migliore tecnologia possibile che ciascun operatore è in grado di mettere in campo, senza condizioni operative o elementi limitanti. In questa occasione, infatti, l’analisi svolta da Agcom e da Fondazione Ugo Bordoni, ha adottato un approccio “Best Technology, che considera cioè le massime prestazioni di targa conseguibili, asetticamente, dalla rete del proprio Operatore.” Cioè chiavette 3G in grado di connettersi fino a 42 Megabit: Tim ha un basso tasso di utenti dotati delle “migliori tecnologie”, sul totale delle sim: 5% mentre Vodafone primeggia con il 23,4% (H3G a 20,9 per cento, Wind non pervenuto). Se guardiamo invece la percentuale di traffico fatto con le “migliori tecnologie”, H3G è al primo posto e a seguire Vodafone e Tim. L’autorità specifica comunque che “il risultato che si rileva, in tali condizioni, potrebbe essere diverso, e anche notevolmente, dalla qualità mediamente percepita dall’utente, nella misura in cui le condizioni e caratteristiche tecniche dell’offerta sottoscritta dall’utente, nonché il suo grado di diffusione sul mercato, divergano da quelle dell’offerta in Best Technology.” Tale precisazione trova la sua logica se consideriamo, come sottolinea Agcom, Tim, Vodafone e H3G, a differenza di Wind, danno priorità ad alcuni utenti per l’accesso alle risorse.

Come il test scorso, la rilevazione è ricorsa alla tecnica del “Drive Test” test su chiavette internet in 1.013 ovvero un veicolo che, con strumentazione professionale di registrazione e analisi dei dati a bordo, ha registrato tutta una serie di informazioni, di  solito non accessibili all’utente, sullo stato della rete e su alcune grandezze  significative. Diversamente invece dalla scorsa indagine, le compagnie “indagate” non sono state informate da Agcom sugli spostamenti del veicolo attrezzato, questo per “conferire una impronta di riservatezza alla esecuzione della campagna.”

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This