Market & Business

Trakti: l’Eventbrite della negoziazione?

Trakti

Essere un’azienda 2.0 oggi vuol dire cambiare i propri modelli organizzativi e tecnologici sfruttando l’applicazione di strumenti collaborativi tipici del Web 2.0 ma anche adottando tecnologie come piattaforme abilitanti di processi e relazioni.

Poter contare su ambienti complessi che, in sicurezza, permettono alle aziende di trasformare attività strategiche in processi gestibili con
strumenti online con cui entrare in contatto con i clienti, privati e pubblici, è una soluzione oggi sempre più a portata di mano. Il cloud computing, gli strumenti social, ma anche piattaforme sempre più sicure e controllate, permettono alle imprese di relazionarsi con il proprio target in modo innovativo e collaborativo. Anche per attività che meno immediatamente richiamano una gestione “social” e 2.0 come ad esempio le procedure di gestione di gare, bandi e appalti.

Eppure si tratta di una attività cruciale per le aziende e per la PA” ci spiega CEO di eXrade, startup innovativa che opera
nel mercato del software, “e sono i numeri a dimostrarlo: in Italia le PMI sostengono costi pari a 1,2 miliardi di euro all’anno per partecipare alle procedure di gara e nella PA solo il 10% degli acquisti pubblici avviene tramite l’utilizzo di tecnologie per la gestione online dei processi di appalto.” Lì dove, invece, trasparenza nelle transazioni e nei processi di assegnazione delle gare è una priorità per la pubblica amministrazione. “Per ovviare abbiamo sviluppato Trakti, piattaforma pensata per offrire un servizio intuitivo per tutti i soggetti che gestiscono transazioni complesse e che vogliono ottenere un’immediata riduzione dei costi gestionali ed aumentare i margini grazie ad azioni negoziali sistematiche” spiega Telesca. Il sistema permette di gestire l’intero processo che accompagna le trattative, dall’invito ai contatti e partner da cui si desidera ricevere un’offerta anche via social network, passando per la ricezione e comparazione delle offerte ricevute, fino alla fase finale di scelta del “vincitore” della gara. “ supporta anche “la generazione automatica del contratto tra le controparti e la gestione del collezionamento delle firme, che possono essere inserite con un doppio meccanismo di sicurezza. Inoltre è integrato con Paypal (TM) nel caso in cui alla fine della trattativa si volesse procedere con i pagamenti.”

“Un modo facile, sicuro e diretto per avere tutto sotto controllo” spiega Telesca, e per “facilitare la crescita aziendale, migliorare la partecipazione delle imprese a bandi pubblici tramite l’aggregazione con altre imprese e rendere più agevole la conclusione di partnership e collaborazioni tra soggetti operanti anche in diversi contesti tutto a a portata di click facilitando anche la dematerializzazione e riduzione di costi ad essa connessi”.

Un’innovazione, quella dell’adozione di sistemi social e basati su cloud per la gestione di processi aziendali, che affronta le consuete resistenze che spesso ci sono nelle imprese. E’ anche soprattutto un’opportunità non solo per risparmiare tempo e denaro, ma anche per compiere un ulteriore passo verso l’enterprise 2.0 che le imprese, specialmente quelle italiane, non possono più tardare ad adottare se vogliono sfruttare le potenzialità di connessione e collaborazione della rete per crescere e competere a livello internazionale.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This