Digitaliani

I vantaggi dell’IoE: appuntamento a Roma con The Internet of Everything Summit

IOE

Parlare di Internet of Everything e delle opportunità che derivano dalla possibilità di connettere in modo innovativo oggetti, persone, dati, processi – nelle imprese, nelle organizzazioni pubbliche, nelle città e nella vita quotidiana. E’ quanto accadrà il 3 luglio prossimo a Roma in occasione del The Internet of Everything Summit di Cisco Italia, in cui le più importanti aziende e istituzioni italiane ed esperti di livello internazionale illustreranno al Paese come sia possibile cogliere già oggi le enormi opportunità di crescita dell’Internet of Everything ().

Da tempo sosteniamo che il tema dell’Internet of Everything è cruciale per la crescita di ogni paese, e lo è a maggior ragione per l’Italia, per almeno tre motivi” spiega Agostino Santoni, Amministratore Delegato di Cisco Italia. “In primis, i contesti e mercati in cui esiste il maggior potenziale coincidono con i segmenti più rilevanti e dinamici del nostro tessuto imprenditoriale e sociale; il fatto che in questo scenario l’innovazione nasca soprattutto dal creare connessioni fra diversi mondi e processi permette di valorizzare le risorse che già si possiedono; le tecnologie che guidano questa evoluzione sono in gran parte già parte della realtà quotidiana e possono ora mettere a fattor comune, in termini di investimenti e di trasformazione del modo di vivere, essere cittadini e fare impresa”.

David Bevilacqua, Vice Presidente della regione Sud Europa di Cisco, interverrà nella sessione di apertura “Internet of Everything: the Next Convergence, visione e prospettive” accanto agli interventi di Roberto Masiero di TIG, del prof. A. Sangiovanni Vincentelli (Università di Berkeley, California) e di Michael Mandel del Progressive Policy Institute.  Le sessioni successive affronteranno separatamente i principali ambiti di applicazione e tematiche in cui l’Internet of Everything si inserisce come leva essenziale per lo sviluppo e per costruire un approccio innovativo alla risoluzione dei problemi e alla creazione di nuovi servizi e opportunità.

La manifestazione, infatti, toccherà tutti i maggiori temi legati all’IoE: dall’internet delle cose come motore per lo sviluppo e la crescita dell’economia e dell’occupazione, alle nuove generazioni di applicazioni aziendali, sistemi e architetture tecnologiche nella prospettiva dell’Internet of Everything fino ad arrivare a come l’IoE entra nell’Expo, nel tema delle smart city e della sicurezza della filiera agro-alimentare. E ancora durante l’evento si parlerà di come il nuovo paradigma di innovazione ed evoluzione tecnologica determinerà la profonda trasformazione di tutti i settori economici con l’IoE, dal mondo delle utilities, energia, ambiente, trasporto e mobilità, building e home automation ma anche sicurezza, salute e benessere, sicurezza alimentare.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: IoE: contaminazione e tempo del fare. Intervista a David Bevilacqua | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This