eBusiness

Diritto all’oblio: a Google pervenute 41mila richieste di rimozione link

Google_report

Una mole poderosa di richieste di rimozione link sarebbe arrivata a da quando, venerdì scorso, ha rilasciato un apposito modulo da compilare online per inoltrare le richieste. Secondo quanto riportato dal Financial Times il colosso del web avrebbe ricevuto dai cittadini europei più di 41mila richieste di rimozione di link a loro riferiti.

Google ha introdotto il meccanismo di richieste online dopo la sentenza della Corte Europea del 13 maggio, relativa al caso di un cittadino spagnolo, in cui ha riconosciuto il diritto all’oblio e alla rimozione di link giudicati “inadeguati o irrilevanti”. Solo nel primo giorno l’azienda di Mountain View ha ricevuto 12mila richieste di cancellazione di link. Secondo il Financial Times, delle 41mila richieste, una parte consistente arriverebbe da cittadini della Germania e del Regno Unito.

Sempre secondo il quotidiano, i primi link saranno rimossi dal web a partire dalla metà di giugno dopo che Google avrà effettuato una valutazione di bilanciamento di interessi, tra il pubblico interesse a sapere e il privato interesse a dimenticare del richiedente.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Diritto all'oblio: Google inizia a rimuovere i primi link | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This