eBusiness

Cosa fare per realizzare una strategia mobile di successo? I 10 punti di Akamai

mobile marketing

Il è un fenomeno in crescita a livello globale e sta modificando il modo in cui interagiamo con i contenuti. Secondo il Global Mobile Data Traffic Forecast Update, 2013–2018 di Cisco, nel 2013 il traffico di dati mobile a livello globale è cresciuto dell’81% e continuerà a crescere mensilmente fino a superare i 15 exabyte nel 2018. Mensilmente, il traffico mobile via tablet supererà i 2,5 exabyte entro il 2018 e con l’aumento dell’uso di smartphone, il 66% di tutto il traffico di dati su mobile passerà da questi ultimi entro il 2018.

Con queste premesse e previsioni, è naturale che le aziende puntino molto sul mobile, così come stanno facendo le big Facebook o Google e così come possono fare tutte le imprese e organizzazioni interessate a potenziare tale canale. Come fare a cogliere l’opportunità? Dieci suggerimenti utili, più che altro domande da porsi per monitorare e potenziare la propria attività, arrivano da Luca Collacciani, Regional Manager di Akamai Italia.

1. Si sta facendo il massimo per coinvolgere il pubblico mobile?
In un mondo iper-connesso le performance delle applicazioni web e mobile determinano le scelte e il coinvolgimento dell’utente finale. Le aspettative sono alte: brand, servizi e prodotti sempre disponibili, indipendentemente da luogo e dispositivo, caricamenti di pagina sempre più veloci e contenuti online sempre più ricchi e coinvolgenti. Bisogna quindi essere certi di avere programmi e strategie idonei a misurare e massimizzare la disponibilità dei contenuti mobile.

2. La combinazione tra app web e app native dell’ azienda corrisponde a reali necessità?
Per tutte quelle app usate di frequente, le applicazioni native rappresentano una buona scelta ma possono anche essere la tipologia più dispendiosa da mantenere e gestire. Va definito preventivamente quali funzioni saranno fornite attraverso un app e quali attraverso applicazioni web.

 3. Si sta misurando l’impatto di questi nuovi canali sul business?
Il  monitoraggio delle esperienze degli utenti è utile per capire quali iniziative mobile stanno fornendo reale valore al business.

4. La strategia mobile utilizza le risorse di sviluppo in modo saggio?
L’adozione del responsive web design cresce di giorno in giorno perchè elimina la necessità di dover riprogettare le pagine web ogni volta che viene immesso sul mercato un nuovo dispositivo. Offrire siti RWD non è però sempre facile perchè richiede expertise e risorse notevoli. Inoltre, implementare un sito mobile separato è efficace solo se il sito non cambia molto frequentemente.

5. Preparati per i dispositivi e i browser del futuro?
E’ difficile tenere i costi sotto controllo quando i dispositivi e le piattaforme cambiano continuamente.  Stringi partnership con service provider per ridurre i rischi e raggiungere più piattaforme.

6. I dipendenti si aspettano di utilizzare i propri dispositivi in azienda?
I risultati di una ricerca condotta da iPass nel 2013 dimostrano che lo strumento mobile ha un enorme potenziale nel miglioramento della produttività. Nell’era del Bring YouR Own Device (BYOD) è necessario ottimizzare i contenuti e applicazioni per qualunque dispositivo in modo che i dipendenti possano accedere facilmente ai contenuti dell’azienda.

 7. Quanto sono sicure le tue applicazioni mobile?
Il mobile è spesso considerato come uno dei punti più deboli. Utilizzare una piattaforma di sicurezza cloud-based insieme a un sistema di gestione dei dispositivi mobile è essenziale per la protezione dell’infrastruttura e per garantire il rispetto delle norme.

8. Quanto riescono a essere efficaci i collaboratori dai loro dispositivi mobili?
I dipendenti sono in costante movimento e le applicazioni enterprise necessitano di “viaggiare” con loro. Sviluppare versioni mobile è un buon inizio ma per essere efficace è necessario investire nell’ottimizzazione delle applicazioni in modo che siano efficaci per il modo in cui i dipendenti stessi vogliono utilizzarle. Tutto questo mentre offri una user experience coerente tra versione desktop e mobile della stessa applicazione.

9. Vengono offerti contenuti video di qualità sui dispositivi mobili?
I contenuti video sono strumenti potenti per coinvolgere il pubblico ma fornirli su dispositivi mobili può essere difficile. Affidarsi a un partner può essere utile per evitare di doversi preoccupare troppo di CODEC, bitrate e player e riuscire a concentrarsi invece sulla creazione di contenuti coinvolgenti.

10. E’ possibile quantificare l’utilizzo mobile vs desktop?
E’ essenziale conoscere le modalità con cui il tuo pubblico si interfaccia con i tuoi contenuti video. Per questo e per indirizzare al meglio gli sforzi, è necessario affidarsi a strumenti di analytics, utili per ottenere dati realtivi ai device e alle connessioni. Il Real User Monitoring permette di predere decisioni intelligenti sugli utenti e il canale che utilizzano.

 

 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This