Market & Business

Apple in cerca di esperti per servizi di mobile payment?

sarebbe in corsa nel settore del . L’azienda, secondo Re/code, sarebbe in procinto di assumere figure professionali specifiche di alto profilo con l’obiettivo di offrire un servizio di pagamento per i 600 milioni di utenti, la maggioranza dei quali con carta di credito, presenti sull’iTunes Store. Quindi non più solo musica, app, film e giochi ma un servizio a 360° per i pagamenti di tutti i giorni attraverso il proprio account su iTunes.

La competizione con PayPal sarebbe la diretta conseguenza di questa mossa ma, secondo i rumors e Re/code, non è improbabile una partnership con il colosso dei pagamenti online. Dalle stime di Juniper Research, il valore delle transazioni via mobile raggiungerà i 507 miliardi di dollari quest’anno, con una crescita annuale del 40% mentre, entro il 2014, un cellulare su cinque sarà dotato di un chip NFC, per arrivare ai 300 milioni di smartphone con chip NFC nei prossimi quattro anni.

La casa di Cupertino sta valutando due campi d’azione: il primo, riguarda l’implementazione dei pagamenti nei negozi al dettaglio tramite il proprio smartphone; il secondo, invece, è legato ad un’eventuale acquisizione di Square, l’azienda che offre pagamenti su mobile fondata dal co–fondatore di Twitter Jack Dorsey. Un’operazione che potrebbe aiutare Apple a stabilire rapidamente una rete di rivenditori per iniziare ad utilizzare il suo servizio ma che non sembra destinata ad una conclusione positiva.

Il fatto che a Cupertino i colloqui per le posizioni di alto livello in questo comparto siano iniziati solo ora dimostrerebbe che la compagnia non ha ancora approntato una strategia operativa. Il Ceo  Apple, Tim Cook, infatti, non ha mai fatto mistero del suo interesse per il settore dell’mPayment, anche se dei piani precisi non ci sono. “Stiamo vedendo che alla gente piace fare acquisti di contenuti digitali, musica, film e libri tramite iPhone, usando il Touch ID” ha detto Cook in occasione della presentazione degli ultimi dati trimestrali dell’azienda “è un metodo semplice, rapido ed elegante. È evidente che in questo settore c’è un enorme potenziale di opportunità di business”. 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This