Legal & Digital Rights

Turchia: Twitter ancora bloccato anche dopo sentenza della Corte costituzionale

turkey-twitter

L’accesso a è sempre bloccato questa mattina in , all’indomani della sentenza della Corte Costituzionale che ha ordinato al governo del premier Recep Tayyip Erdogan di rimuovere il bando. La Consulta ha sancito che il blocco di , deciso il 20 marzo su direttiva di Erdogan e che ha sollevato indignazione da parte di Europa e America, viola la libertà d’espressione e i diritti individuali garantiti dalla costituzione. La sentenza è stata pubblicata oggi sulla Gazzetta Ufficiale turca ma il governo fino ad non ha reagito.

Una corte amministrativa di Ankara aveva già ordinato la settimana scorsa la sospensione del blocco di Twitter. Ma la sentenza fino ad oggi non è stata applicata dall’autorità delle telecomunicazioni (Tib), che ha 30 giorni per farlo o presentare ricorso. Dopo questa prima sentenza, il vicepremier Bulent Arinc aveva detto che il governo avrebbe rispettato la decisione dei giudici. Ma una settimana dopo, Twitter è sempre bloccato.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Privacy: Twitter negozia con la Turchia? | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This