Market & Business

Ricerca Assint: con Cisco il lavoro è assicurato

cisco

Il mondo del lavoro legato all’ e il tema delle competenze digitali necessarie per affrontare il mondo professionale del presente e ancor più del futuro, è un tema di rilevanza che finirà per modellare il mondo dell’economia del futuro. Lo scorso, anno in occasione del varo della Grand Coalition for Digital Jobs, il progetto europeo che mira a coinvolgere le imprese nel processo di creazione e offerta di lavoro nell’ICT, il Presidente della Commissione Ue José Manuel Barroso ha dichiarato che ogni anno il numero di posti nel settore aumenta di 100mila unità, ma non ci sono abbastanza laureati o persone formate sui temi dell’Ict. Ed è stata la Kroes pochi mesi fa, ad annunciare come il promettente mercato delle app in europa impieghi già un milione di sviluppatori con la prospettiva di arrivare a4,8 milioni di persone impiegate e contribuire con  63 miliardi di euro all’economia complessiva dell’UE.

Il lavoro nell’ICT rappresenta quindi una grande risorsa che va supportata attraverso iniziative formative specifiche capaci di trasmettere le adeguate competenze per essere pronti ad affrontare un mercato del lavoro altamente specializzato. Ed è in questo contesto che si inserisce l’impegno della  , il programma di formazione ICT promosso in tutto il mondo da Cisco: secondo uno studio condotto da ASSINT (Associazione per lo Sviluppo dell’ Innovazione e delle Nuove Tecnologie) nel corso del 2013, il 62% degli studenti che non erano occupati prima dell’inizio dei corsi trova un lavoro entro tre mesi dalla fine del loro percorso di formazione, principalmente come sistemisti di rete; considerando anche coloro che erano già occupati, la percentuale di chi ottiene un vantaggio significativo trovando lavoro o migliorando la propria posizione professionale in breve tempo sale all’88%.

Il programma Networking Academy rappresenta uno dei principali strumenti con cui Cisco contribuisce a generare valore per l’Italia, affrontando uno dei temi più delicati: la creazione di opportunità di occupazione per i giovani. Dal 1994 ad oggi, l’investimento in questo programma nel nostro paese ha creato generato un valore pari a circa 21,9 milioni di euro ed il fatto che nel giro di tre mesi due studenti su tre trovino una occupazione conferma le grandi potenzialità di questa collaborazione” spiega Luca Lepore, Networking Academy Program Manager di Cisco Italia.

La Networking Academy rappresenta anche il principale contributo di Cisco al programma europeo “E-skills for Jobs”, il programma che ha l’obiettivo di fornire al più alto numero di persone competenze digitali, senza costo per lo Stato o per le famiglie, ed incrementare la consapevolezza e la visibilità pubblica delle opportunità offerte dal digitale per la creazione di imprese, per il lavoro e per una piena cittadinanza nel mondo di oggi. “Secondo il report E-skills in Europe commissionato dalla Comunità Europea, nel solo 2014 saranno disponibili in Europa 449.000 posizioni di lavoro vacanti nel settore ICT e nel 2020 potrebbero essere fino a 1,35 milioni.  Vorremmo che il più alto numero possibile di esse fosse occupato da giovani italiani, e vorremmo che sempre più persone nel nostro paese trovassero nel digitale uno strumento per crearsi un nuovo lavoro, aprire o rilanciare una impresa pronta a creare altra occupazione” aggiunge Lepore.  

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This