Digitaliani

IoE: Cisco, AT&T, GE, IBM e Intel fondano l’Industrial Internet Consortium

IOT

Il futuro previsto dall’Internet of Things, o meglio ancora dall’Internet of Everything, spinge ad accelerare taluni processi innovativi. AT&T, Cisco, GE, IBM e Intel hanno annunciato la fondazione dell’ Consortium (), gruppo nato per accelerare il cammino verso “l’integrazione del mondo fisico con quello digitale”. L’obiettivo principale del consorzio, infatti, è quello di  identificare i requisiti per gli standard aperti di interoperabilità e architetture comuni per collegare dispositivi intelligenti, macchine, persone, processi e dati. L’iscrizione è aperta a ogni azienda, organizzazione o entità (sia pubblica che privata) interessata a stimolare lo sviluppo del mercato globale per l’.

Lo statuto della IIC prevede il supporto all’innovazione attraverso una serie di azioni che vanno dalla diffusione e l’adozione degli esistenti casi d’uso in materia, alla condivisione delle migliori pratiche, architetture di riferimento, e requisiti standard per facilitare la diffusione di tecnologie connesse fino alla possibilità di influenzare il processo di sviluppo degli standard globali per i sistemi dell’Industrial Internet. Siamo alla soglia di un importante cambiamento tecnologico che incrocia il mondo fisico e cybernetico, uno snodo epocale che avrà vaste implicazioni che porteranno a notevoli vantaggi, non solo le organizzazione, ma per l’umanità intera“, ha dichiarato Janos Sztipanovits, Professore di Ingegneria e Direttore dell’Istituto di Sistemi Software integrati ( ISIS ) della Vanderbilt University. “Università e industria comprendono la necessità di individuare e stabilire nuove basi, quadri comuni e standard per Internet industriale, e sono alla ricerca della IIC per garantire che questi sforzi si uniscono in un insieme coerente. “

Collegando  gli oggetti fisici a tutta la potenza del cyberspazio, l’Industrial Internet promette di ridisegnare radicalmente il modo con cui le persone interagiscono con la tecnologia”, ha detto il segretario del Commercio Usa Penny Pritzker . “L’auspicio della nostra Amministrazione è quello di realizzare collaborazioni pubblico-privato alla stregua del nuovo IIC e di trasformare le opportunità dell’Industrial Internet in nuovi posti di lavoro nel settore manifatturiero smart, sanità , trasporti e altri settori “

Come membri fondatori, AT & T, Cisco, GE, IBM e Intel deterranno ciascuna seggi permanenti nel comitato direttivo IIC eletto insieme ad altri quattro membri. Il comitato direttivo fornirà leadership e la governance per aiutare le organizzazioni capitalizzare questa grande opportunità.

 

 

2 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

2 Comments

  1. Pingback: IBM: cala il fatturato trimestrale | Tech Economy

  2. Pingback: #IoT, energia ed efficienza: Schneider Electric punta sulla strategia Life Is On | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This