Market & Business

Nuovi problemi per i bitcoin: chiude la banca Flexcoin

Bitcoin

Tempi duri per i e per le banche che “gestiscono” la cyber- moneta. Stavolta è il turno di , la banca che ieri ha annunciato la sua chiusura dopo un attacco hacker che ha sottratto alla medesima 896 bitcoin per un valore di circa 600mila dollari. L’annuncio è stato fatto direttamente sul sito della banca in cui l’azienda si assume la responsabilità del fallimento davanti a clienti e anche alla comunità mondiali di bitcoin. Con sede in Canada, , lavora con le forze dell’ordine per rintracciare la fonte dell’attacco, identificato nelle ore successive in una falla del front end di sistema.

I problemi di Flexcoin segue l’ancor più grave bancarotta della giapponese Mt. Gox, una delle maggiori piattaforme di scambio per la valuta virtuale, in seguito alla scoperta di un maxi furto di circa 850.000 Bitcoin per un valore di più di 400 milioni di dollari, più di  340 milioni di euro. La vulnerabilità dei sistemi di Mt.Gox ha causato una serie di operazioni illegittime da rendere la situazione non recuperabile tale da procedere alla richiesta di bancarotta che dovrebbe ripagare parte dei debiti della banca.

Le istituzioni americane in primis, da subito entusiaste sul tema bitcoin, e ovviamente quelle nipponiche, sono in fermento per capire se e come implementare meccanismi di regolamentazione della criptovaluta anche per offrire qualche garanzia a chi decide di investire nel mercato. Ma la mancanza di banche centrali e organismi di controllo propria del bitcoin, rende il panorama complesso e in qualche modo tutto da costruire. 

Quello che appare certo in queste ore è che comunque il mercato bitcoin non si lascia influenzare da queste “battute di arresto”:  il valore dei bitcoin, sebbene lontano dal record di  1.000 dollari raggiunto mesi fa, si assesta su valori più contenuti, circa 600 dollari ad oggi, in flessione ma non certo in caduta libera. Almeno per il momento.

2 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

2 Comments

  1. Pingback: Bitcoin: bancomat arriva anche in Silicon Valley | Tech Economy

  2. Pingback: Bitcoin: in arrivo Dark Wallet per criptare le transazioni? | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This