eGov

Impegno Italia: Letta fissa le priorità del Governo su digitale e innovazione

Impegno Italia

Definire un piano nazionale di infrastrutture digitali, rafforzare il sistema di sanità elettronica, attuare ed estendere la fatturazione elettronica e incentivare l’uso della moneta elettronica e realizzare il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPD) e avviare l’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente (ANPR). Sono questi gli obiettivi fissati da nel documento programmatico Impegno Italia, con cui il Presidente del Consiglio ridà slancio all’azione di governo in visione dell’apertura del semestre di presidenza europeo.

Lavoro, persone, formazione, fisco, amministrazione pubblica, impresa, investimenti, territorio, cultura e turismo e legalità i campi di intervento su cui si sofferma il documento. E poi c’è l’innovazione con un insieme di azioni che partono dalla definizione, entro l’anno, di un piano nazionale delle infrastrutture digitali elaborato a partire dai risultati descritti nel Rapporto Caio, sotto la diretta responsabilità della Presidenza del Consiglio dei ministri e Ministero dello Sviluppo Economico.

Sul fronte della sanità elettronica, punta l’attenzione sulla necessità di rendere facilmente consultabile la storia clinica dei pazienti, eliminare gli sprechi e aumentare la trasparenza nei confronti dei cittadini. Il Governo si impegna a realizzare, entro il secondo semestre, il fascicolo sanitario elettronico, concludere l’accordo Stato-regioni sulle linee di indirizzo per la telemedicina e aumentare la tra- sparenza nei confronti dei cittadini, con l’attivazione del “Portale della trasparenza”. 

Per quanto riguarda la fatturazione elettronica e l’incentivo all’uso della moneta elettronica, il documento rilancia l’importanza di “aumentare la tracciabilità delle transazioni, ridurre i costi e i tempi di pagamento, combattere la corruzione e l’evasione fiscale”. Il governo si impegna ad assicurare la piena operatività dell’obbligo di fatturazione elettronica per le amministrazioni centrali a partire dalla seconda metà del 2014; emanare il decreto attuativo per l’estensione dell’obbligo di fatturazione elettronica a Regioni ed enti locali a partire dalla seconda metà del 2015, avviare la sperimentazione della fatturazione elettronica nelle Regioni ed enti locali disponibili entro fine 2014,  rendere operativo l’obbligo di transazione con moneta elettronica per PA e professionisti, incentivare i piccoli esercizi all’uso dei necessari dispositivi elettronici, usando sia la leva fiscale sia quella regolatoria. Il tutto entro sotto la diretta responsabilità della Presidenza del Consiglio dei ministri, Ministero dello Sviluppo Economico.

Infine la realizzazione del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) e avviare l’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente (ANPR). Il Sistema Pubblico di Identità Digitale, si legge nel documento,  “consente di avere credenziali uniche per la naviga- zione nei servizi della pubblica amministrazione. L’Anagrafe Nazionale Popolazione Residente consente di integrare a livello centrale le anagrafi dei cittadini attualmente gestite dai singoli comu- ni e assicurare processi più veloci e censimenti continuativi”. In questo caso il Governo entro l’anno prevede di completare l’iter di emanazione dei regolamenti e far partire un progetto pilota delle prime, approvare con rapidità i tre decreti attuativi ANPR e di avviare la sperimentazione entro la fine del 2014 per poter rendere operativa l’Anagrafe nel 2015.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This