Digitaliani

Cisco: boom per il traffico dati mobile, crescerà di 11 volte dal 2013 al 2018

traffico dati mobili

Il mobile mondiale è destinato ad aumentare di circa 11 volte nel corso dei prossimi quattro anni e raggiungerà un run rate annuale di 190 exabyte (misura dell’informazione o della quantità di dati che equivale a un quintilione di byte o un miliardo di gigabyte.) entro il 2018. I dati sono descritti nello studio Cisco® Visual Networking Index™ Global Mobile Data Traffic Forecast for 2013 to 2018 e descrivono un fenomeno in ascesa grazie alla crescita continua del numero di connessioni mobile Internet, come ad esempio quelle dai dispositivi personali e M2M (machine-to-machine), che supereranno i 10 miliardi entro il 2018 e saranno di1,4 volte maggiori della popolazione mondiale (le Nazioni Unite stimano 7,6 miliardi di persone entro il 2018). “Tale crescita  – dichiara Doug Webster, Vice President of Products and Solutions Marketing di  – non solo indica che la mobilità è fondamentale per un’esperienza di rete di qualità e del valore che l’utente consumer e business attribuiscono ad essa, ma rappresenta anche un’imperdibile opportunità futura per i service provider che cavalcheranno l’onda dell’Internet of Everything.”

Per dare una misura dell’enormità della cifra Cisco propone delle equivalenze significative ai 190 exabyte: 190 volte il traffico IP fisso e mobile, generato nel 2000; o 42 trilioni di immagini  — 15 immagini al giorno per ciascuna persona sulla terra per un anno intero oppure 4 trilioni di clip video – oltre un clip video al giorno per ciascuna persona sulla terra per un anno intero.

Ma quali sono i principali fattori che contribuiscono di tale crescita?

Innanzitutto la crescita del traffico mobile globale. Dal 2013 al 2018 Cisco prevede che essa sorpasserà di tre volte la crescita del traffico fisso globale. Soprattutto grazie a: più utenti mobile che entro il 2018 saranno oltre 4,9 miliardi, rispetto ai 4,1 miliardi nel 2013; più connessioni mobili, entro il 2018 mi dispositivi/connessioni mobile saranno oltre 10 miliardi, inclusi otto miliardi di dispositivi mobile personali e 2 miliardi di connessioni M2M, rispetto ai 7 miliardi totali di dispositivi mobile e connessioni M2M nel 2013. E ancora reti mobili sempre più veloci: entro il 2018, la velocità media delle reti mobile globali sarà quasi raddoppiata, passando da 1,4 Mbps nel 2013 a 2,5 Mbps nel 2018 come pure più mobile video: entro il 2018, il mobile video rappresenterà il 69% del traffico dati mobile globale, rispetto al 53% nel 2013.

Tale scenario configura che il 54% delle connessioni mobile saranno “smart” entro il 2018, rispetto al 21% nel 2013. I dispositivi e le connessioni smart hanno evoluto le funzionalità informatiche/multi-media ed hanno almeno connettività 3G. Smartphone, computer portatili e tablet rappresenteranno il 94% del traffico dati mobile globale entro il 2018 e il traffico M2M rappresenterà il 5% del traffico dati mobile globale del 2018 mentre i cellulari rappresenteranno l’1% del traffico dati mobile globale entro il 2018. Gli altri dispositivi portatili rappresenteranno lo 0,1%.  Il traffico cloud mobile crescerà di 12 volte dal 2013 al 2018.

Altro fattore decisivo: l’aumento delle connessioni Machine-to-Machine. Con M2M si fa riferimento alle applicazioni che permettono ai sistemi wireless e wired di comunicare per supportare i sistemi GPS (global positioning satellite), di monitoraggio delle risorse, i contatori elettrici, di sicurezza e videosorveglianza. Un nuovo sotto-segmento, quello dei “dispositivi indossabili (orologi e gli occhiali intelligenti, i tracker medici e fitness, gli scanner indossabili ), si è aggiunto alla categoria di connessioni M2M tale che, se nel 2013 le hanno rappresentato circa il 5% dei dispositivi mobile connessi in uso e hanno generato oltre l’1% del traffico dati mobile totale,  entro il 2018 rappresenteranno circa il 20% dei dispositivi mobile connessi in uso e genereranno circa il 6% del traffico dati mobile totale. Globalmente, nel 2013, c’erano 21,7 milioni di dispositivi indossabili, mentre entro il 2018 saranno 176,9 milioni.

Nella ricerca si prevede che la connessione mobile media raddoppierà dal 2013 al 2018. Le velocità delle connessioni mobile sono fondamentali per supportare la crescita del traffico dati mobile. La maggior parte dei service provider globali utilizza le tecnologie 4G per soddisfare la grande richiesta da parte degli utenti di servizi e contenuti wireless. In molti mercati emergenti, i service provider stanno creando nuove infrastrutture mobili con soluzioni 4G, mentre in alcuni mercati maturi, i service provider stanno integrando o sostituendo le soluzioni legacy 2Go 3G con tecnologie 4G. 

Boom anche per i video: il traffico video mobile aumenterà di 14 volte dal 2013 al 2018 e registrerà il più alto tasso di crescita rispetto a qualsiasi altra categoria di applicazione mobile, tanto da rappresentare, entro il 2018,  il 69% del traffico mobile globale, rispetto al 53% nel 2013.

Anche nella ricerca Cisco si conferma un trend più volte segnalato per i prossimi anni: saranno i cosiddetti mercati emergenti a farla da padrone in molti campi e lo saranno anche quanto a tasso di crescita del traffico dati mobile. Nel periodo di previsione la regione del Medio Oriente e Africa avrà il più elevato tasso di crescita regionale e  la regione Asia-Pacifico genererà la maggior parte del traffico dati mobile.

 

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Wearable device: Apple assume esperto in dispositivi medici per l'iWatch | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This