She.Web

Emma Tracanella: una vita tra bit, comunicazione e condivisione

condivisione
EmmaTracanella

è un ingegnere elettronico freelance. Attualmente coordina il progetto Italia.

Lunghi capelli biondi, un sorriso dolcissimo, la prontezza utile a cambiarti un css al volo e un ing davanti al nome. Questa è Emma Tracanella, che tra i suoi progetti più importanti vanta la collaborazione con Wikimedia Italia per il progetto Wiki Loves Monuments di cui è coordinatrice. “Non è stato un lavoro troppo “tecnologico” – afferma Emma, abituata a cose più da nerd – ma di coordinamento: dalla progettazione delle campagne di comunicazione, alla preparazione del concorso fotografico e all’interazione con i MiBact e le amministrazioni pubbliche, in cui ho sfruttato alcune tecniche di gestione che avevo utilizzato in progetti software complessi. Certamente il mio background è stato fondamentale”.

Ing non si diventa per caso. La passione per l’informatica nasce al liceo con lo Spectrum Sinclair ZX del fratello. “Ho iniziato quasi subito a provare a modificare qualche linea di codice per vedere cosa succedeva – dice con orgoglio Emma – poi ho tralasciato il tutto fino al secondo anno di università, momento in cui ho affrontato l’esame di programmazione partendo da un programma per la gestione di un magazzino scritto in C++. Si è sempre trattato di un amore/odio perché mi piace risolvere i problemi e trovare nuove soluzioni, ma detesto lasciare un programma a metà e rischio di non dormire la notte!”.

Un M24 Olivetti con DOS e schermo a fosfori verdi è stato un vero colpo di fulmine, “colpevole” di una insanabile e duratura passione per l’informatica. “Proprio la continua evoluzione dell’informatica mi piace: il tempo che dedico a scoprire tecnologie nuove non mi pesa per nulla. Per fortuna Google è un ottimo punto di partenza per trovare nuove informazioni e approfondimenti”.

A tua figlia, se volesse seguire le tue orme, che consigli daresti?

  • Farsi guidare dalla propria passione, senza farsi limitare dal giudizio degli altri, continuando ad approfondire e a guardare il mondo con curiosità
  • Imparare a fare le ricerche in modo efficace: spesso non dobbiamo inventare nulla di nuovo, ma dobbiamo solo riuscire ad adattare cose già fatte da altri. La cosa bella del software è la riusabilità!
  • Non rimanere troppo legati a cose che conosciamo già, ma essere sempre aperti a nuove possibilità e nuove tecnologie.

Per una “ing” quali sono gli ostacoli più alti da saltare?

Quando non vedo una soluzione ottimale, sia a livello di programmazione sia nella vita di ogni giorno, rischio di rimanere bloccata, senza riuscire portare a termine alcunché. Per me è fondamentale riuscire a confrontarmi con qualcuno, per valutare le alternative e le possibili soluzioni. Evviva il lavoro in team!
Per trovare nuovi prospettive lavorative e nuove idee, per me è stato importantissimo imparare a fare networking. Un’occasione perfetta per conoscere ragazze e donne con i mie interessi sono state le Girl Geek Dinners, che mi hanno consentito di crescere sia professionalmente sia a livello personale.
Ci sono mille cose che mi sarebbe piaciuto riuscire a fare meglio, ma in fondo posso ancora migliorare, vero?

Libri che consiglieresti a chi si vuole appassionare alla scienza?

Sono una lettrice accanita, sicuramente i libri di fantascienza che da bambina rubavo a mio padre hanno avuto un’influenza enorme sulla mia voglia di affrontare una carriera scientifica.  Un libro di Asimov a caso va bene?

La storia di Emma è la storia delle donne di talento che non si stancano di studiare. E’ la storia di quelle che nella collaborazione e nella condivisione ci credono tanto da dar vita a progetti significativi.  E’ la storia di una donna diversa. Perché, come ha scritto Morelli, “in un mondo di gente tutta uguale, il talento è la nostra diversità”.

Sonia Montegiove

Sonia Montegiove

Responsabile editoriale di Tech Economy.
Presidente dell’Associazione LibreItalia, è analista programmatore e formatore. È giornalista per passione ed è entrata a far parte della redazione di Girl Geek Life , convinta che le donne possano essere avvicinate alle nuove tecnologie scrivendo in modo chiaro e selezionando le notizie nel modo giusto.

Facebook Twitter Skype 

2 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

2 Comments

  1. Pingback: tutorial e social media gli argomenti più letti

  2. dillards dresses

    23/07/2014 alle 04:06

    you are in point of fact a excellent webmaster. The site loading velocity is amazing. It seems that you are doing any distinctive trick. In addition, The contents are masterpiece. you have done a magnificent task in this subject!

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This