Market & Business

Ue adotta l’Industrial Compact: 150 miliardi per innovazione e competitività

Tajani

La Commissione ha adottato l’ , la strategia di rilancio per l’industria europea che fissa come obiettivo il raggiungimento del 20% del Pil dal manifatturiero entro il 2020. A disposizione per l’ e la competitività dell’industria 150 mld di fondi Ue. È un “segnale chiaro”, ha detto il vicepresidente della Commissione Ue Antonio Tajani, sottolineando la necessità di un “forte impegno” per “assicurare la coerenza” delle politiche in tutti gli altri settori trasversali all’industria.  Il “Patto per l’industria”è la conclusione del lavoro di questi cinque anni che ha permesso alla Commissione di riportare al centro della politica economica la politica industriale, dopo tanti anni durante cui si parlava di Europa postindustriale. Per uscire dalla crisi abbiamo bisogno del manifatturiero”, sottolinea Tajani.

La comunicazione “Per un rinascimento industriale europeo” che ha ricevuto il via libera dal collegio dei commissari invita gli stati membri a “riconoscere l’importanza centrale dell’industria per la creazione di occupazione e crescita, e a integrare le preoccupazioni di competitività relative all’industria in tutte le politiche di settore“.

Il Piano Ue prevede quindi azioni per tagliare la burocrazia e facilitare l’imprenditorialità, come per esempio tre giorni per avviare un’azienda al costo di 100 euro e un mese per ottenere i permessi necessari, ma anche per facilitare l’accesso al credito, alle materie prime e all’energia, massimizzare il potenziale del mercato interno Ue, promuovere l’internazionalizzazione delle imprese, stimolare la mobilità e migliorare la formazione. A disposizione, in particolare per sei settori chiave quali le auto verdi, le ecocostruzioni, le materie prime, le tecnologie abilitanti, le reti intelligenti, bioprodotti e manifatturiero avanzato, circa 100 miliardi di euro dai fondi strutturali Ue, poi un’altra quarantina dal programma per innovazione e ricerca Horizon 2020 e un’ulteriore decina dal programma per le imprese Cosme.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This