Media

Parlamento europeo stanzia 189 miliardi per tutela consumatori in rete

consumatori

Maggiore tutela per i sia in rete, con servizi informatici potenziati, che offline. Lo ha garantito oggi il che, con una schiacciante maggioranza di 630 sì contro 42 no e 12 astenuti, ha stanziato 189 miliardi di euro per il “Programma consumatori 2014-2020”, prosecuzione naturale di quello attivo tra il 2007 e il 2013.

Tra i principali punti del programma c’è l’implementazione di siti web che offrono servizi di comparazione dei prezzi tramite l’uso di una metodologia armonizzata per il confronto dei costi. Inoltre, il programma consumatori finanzierà sistemi europei come RAPEX, il sistema di allarme rapido che vigila sulla sicurezza dei prodotti. Beneficeranno di aiuti europei anche le campagne di informazione, per divulgare conoscenza dei diritti, in particolare rivolte ai giovani. Finanziamenti mirati saranno diretti anche a strumenti di traduzione elettronica delle piattaforme online di risoluzione delle controversie transfrontaliere tra Paesi in cui esistono barriere linguistiche. “È un messaggio importante per i cittadini europei che arriva dal Parlamento Ue che pone la tutela dei consumatori in cima alla sua agenda”, ritengono gli eurodeputati favorevoli. Ma c’è una minoranza contraria scettica sull’iniziativa, che valuta la dotazione finanziaria prevista molto bassa, con una larga fetta destinata ad assistenza tecnica e amministrativa, e non alle iniziative vere e proprie. 

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This