Device

#CES2014: Samsung presenta la Smart Home, Hyundai adotta i Google Glass

smart home

Dal Ces in corso a Las Vegas continuano ad arrivare le tecnologie che promettono di cambiarci il futuro. A fornire uno spaccato di quella che promette di essere una vera e propria rivoluzione è stato Brian Krzanich, Presidente e Ad di Intel, che ha conquistato la platea di addetti ai lavori: “Siamo al centro di una grande trasformazione e stiamo passando da un mondo di schermi e dispostivi ad uno di interazioni digitali” ha detto Krzanich. Il Presidente e Ad di Intel, che occupa questa posizione da appena sei mesi, si è detto convinto che il futuro dei pc è wearable e ha annunciato un concorso con 1,3 milioni di dollari di premi per chi ideerà il più innovativo design per un dispositivo indossabile e ha annunciato una importante partnership con quattro case di moda, per rendere “più belli” i dispositivi indossabili, a cominciare da un concept per un braccialetto smart. E, a proposito dello smartwatch “arriverà quest’anno”, si tratta di uno dei primi veramente autonomi, che non hanno bisogno cioè di uno smartphone o di un tablet per funzionare.

Il discorso di Intel ha ben inquadrato lo spirito di questa edizione del Ces che è proseguita con le novità di Samsung non solo sul settore TV ma anche su quello domestico, ispirato alla realtà dell’. La casa coreana a Las Vegas ha presentato, infatti, una gamma rinnovata di prodotti che definisce una vera e propria che comprende lavatrici intelligenti che lavano e asciugano più in fretta quando serve, frigoriferi che possono diventare alla bisogna in parte dei freezer, magari per conservare meglio gli avanzi della festa, e forni che possono cuocere in modo diverso due pietanze contemporaneamente. Ma soprattutto, ha detto, si tratta di una casa “protetta, flessibile, responsiva e che ci mette in grado di avere il controllo delle nostre vite”. 

Novità anche nel settore automotive. Utilizzare gli occhiali attraverso la connessione al web per mettere in moto l’auto a distanza o, ancora, per comandare l’apertura o la chiusura delle porte o dei finestrini, sarà possibile con i a bordo della berlina Genesis della Hyundai commercializzata negli Stati Uniti, che potrà utilizzare a partire dal 2015 gli speciali occhiali Google a realtà aumentata. Per il loro funzionamento i Google Glass utilizzano un mini proiettore e un prisma semitrasparente che trasmette l’immagine dal computer nella retina dell’occhio di chi li inforca. Sono dotati di accelerometro, antenna wireless, bussola, giroscopio, microfono e uscita audio e permettono, fra le altre cose, di leggere la posta elettronica e gli sms, di ascoltare musica, di vedere e registrare filmati, di catturare immagini e – naturalmente – di vedere tutto ciò che normalmente si può leggere sul display di un tablet o uno smartphone. I guidatori delle Hyundai Genesis così equipaggiate potrebbero, ad esempio, essere informati sui problemi alla circolazione o ricevere messaggi di testo, ma per il momento (in quanto lo stesso colosso Google non ne ha terminato lo sviluppo) potranno soltanto utilizzare gli occhiali attraverso la connessione al web per mettere in moto l’auto a distanza o, ancora, per comandare l’apertura o la chiusura delle porte o dei finestrini.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This