Legal & Digital Rights

Pinterest dovrà cambiare nome per restare sul mercato europeo?

pinterest

Tempi duri per . Il famoso social network dei “pin”, diventato in breve tempo uno dei social più amati e apprezzati dall’utenza di mezzo mondo, potrebbe essere costretta a cambiare nome. Almeno se vuole continuare a esercitare sul mercato europeo.

Tutta “colpa” di una sentenza dell’European Trademark Office che ha stabilito che il colosso o cambia cambia nome o paga i diritti di  licenza alla startup inglese , un aggregatore di notizie fondato da Alex Hearn che nel 2012 ha registrato il marchio Pinterest. In realtà il social americano era già attivo nel 2012 quando ha ottenuto la registrazione del nome, ma non in Europa, ed è per questo che il marchio risultava “libero”.  Peraltro il fatto che all’epoca dei fatti Pinterest fosse ben conosciuto negli Stati Uniti  non ha nessuna rilevanza per la legge europea.

Pinterest ovviamente non ci sta e annuncia ricorsi, a messo che non compia ancora quelle sviste e leggerezze burocratiche che già l’hanno messa in difficoltà una volta con le autorità europee. Ora non le resta che dimostrare la correttezza della propria posizione e dimostrare che il social un’entità già molto nota anche  in Europa prima che arrivasse Premium Interest a depositarne il marchio.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This