Market & Business

Vodafone, Bertoluzzo: “In Italia investiremo 3,6 miliardi in due anni”

Vodafone

Sta esplodendo l’utilizzo del video. Questo porta a rilanciare gli investimenti sulle reti. Abbiamo varato da poco il piano Spring che aumenta i nostri investimenti di 8,2 miliardi nei prossimi due anni oltre ai 15 che come Gruppo avevamo già programmato. L’Italia avrà un ruolo centrale. Passeremo da 1,8 a 3,6 miliardi in due anni”. Lo afferma, in un’intervista al Messaggero, l’Ad uscente di Vodafone Italia , da due mesi direttore commerciale e delle operazioni di Vodafone nel mondo.

Il consolidamento del settore è una necessità e una opportunità. Per quanto riguarda Wind e 3, un consolidamento tra il terzo e il quarto operatore sarebbe sicuramente positivo“, dice Bertoluzzo. “Su Infostrada, se qualcuno pensa che siamo interessati, dovrebbe venire a proporci l’operazione. Noi siamo investitori che vogliono crescere sulla rete fissa. Credo che è una cosa che potremmo valutare se compatibile con la nostra strategia”. Netta, invece, la posizione sull’ipotesi di un’offerta di Vodafone per Telecom Italia, “non è nella nostra agenda”.

Bertoluzzo commenta  anche la delibera sulle reti di nuova generazione (Ngn) e sulle tariffe della vecchia rete. Quella dell’Authority per le tlc, osserva, è una “decisione coraggiosa” che “creerà più concorrenza in Italia. Non solo perché allinea le tariffe Telecom ai costi effettivi, ma anche perché aprirà i cosiddetti cabinet, gli armadietti dell’ex monopolista, anche alla fibra degli altri operatori. Il nostro piano di investimenti si basa su questi presupposti”.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This