Market & Business

E-commerce: lo shopping di Natale si fa online, la moda batte tutti

natale

L’ conferma il suo buon momento in Italia anche nel periodo natalizio: secondo quanto rilevato da Netcomm, Consorzio del Commercio Elettronico Italiano in collaborazione con Human Highway, che ha analizzato la propensione all’acquisto online su un campione formato da uomini e donne di età superiore ai 18 anni residenti su tutto il territorio nazionale, tra gli acquirenti online abituali coloro che compreranno i propri regali di su Internet salgono dal 37% del 2011 al 50% del 2013 (passando dal 44% del 2012): oltre 7 milioni di individui, pari a 1 milione e 800mila utenti in più rispetto alla scorsa stagione 2012.

NetcommCrescono i cosiddetti acquirenti “Online first”: il 20% degli intenzionati ad acquistare almeno un regalo di Natale online dichiara che li comprerà tutti o in maggioranza attraverso Internet. Si tratta di un segmento molto particolare, formato da quasi un milione e mezzo di persone, più che doppio rispetto allo scorso anno. Sono persone che si rivolgono in prima istanza alla Rete per una buona parte dei loro acquisti abituali, dai libri all’elettronica, dai viaggi ai contenuti digitali.

Secondo le previsioni questo Natale saranno ampiamente superati i due miliardi di euro di acquisti negli ultimi due mesi dell’anno, con un incremento del 20/25% rispetto all’anno scorso. Le stime ottimistiche sono supportate dai 7,2 milioni di individui che si stima acquisteranno almeno una parte dei propri regali di Natale online, a fronte dei 5,4 milioni che hanno effettivamente utilizzato il canale e-commerce nel periodo natalizio 2012.

Il 2013 è stato un anno ricco di sorprese positive anche per l’ecommerce italiano – dichiara Roberto Liscia, Presidente di , Consorzio del Commercio elettronicoitaliano. Abbiamo assistito a una forte crescita degli eshoppers che hanno raggiunto la considerevole cifra di 14 milioni per la convergenza di diversi fattori. Secondo le nostre indagini oltre il 10% degli acquisti è fatto da uno smartphone o un tablet cifra più che raddoppiata rispetto al 2012. In un periodo di budget ristretti delle famiglie il settore delle flash sales e del couponing hanno giocato un ruolo estremamente positivo mettendo a disposizione dei più indecisi prodotti e servizi di qualità a prezzi molto accessibili. Sempre dall’osservatorio di Netcomm emerge un dato inequivocabile per spiegare la forte crescita di acquirenti a cui abbiamo assistito. Il 92% degli acquirenti ha dato un voto superiore a 7 (su 10) alla qualità del canale e alla soddisfazione risultante da tale processo di acquisto ed è evidente che il passaparola e i nuovi mezzi di accesso hanno dato una forte accelerazione allo sviluppo. Le vendite online supereranno nel 2013 gli 11 miliardi di euro, e 2 miliardi saranno le vendite del solo periodo natalizio, con un incremento inaspettato del settore dell’abbigliamento che è cresciuto del 30% e con una crescita molto più concentrata sui prodotti (+25%) rispetto ai servizi (+13%).

Ma quali sono le categorie merceologiche che andranno per la maggiore per i regali di Natale? Risponde una ricerca di Showroomprivè, uno dei principali player dell’e-commerce europeo specializzato in vendite online di moda. Se si escludono i bambini, per i quali i giochi educativi vanno per la maggiore (41,5%), ai familiari stretti come per i propri genitori è la moda a vincere (32,9% per le mamme, 27% per i papà). Anche tra gli amici, quest’ultimo comparto raccoglie il 24,2% delle preferenze, a poca distanza dal 26,8% per libri e/o film. Preferenza che viene poi confermata analizzando lo spaccato del comportamento d’acquisto in rete: il comparto che ottiene più consensi per gli acquisti natalizi online è proprio la moda che raggiunge il 37,5% delle preferenze, grazie all’ampia scelta, ai prezzi vantaggiosi e alle consegne efficienti offerte dai player online.

Per quanto riguarda il ticket medio di spesa natalizia, vista la contrazione del potere d’acquisto a causa della difficile contingenza economica, ben il 38,2% degli italiani intervistati da Showroomprive.it dichiara che spenderà meno di 100 Euro per accontentare i desideri di amici e familiari. Il 21,1% del campione dichiara che effettuerà il totale dello shopping natalizio online se questo permetterà un risparmio chiaro e netto. 

 

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Diritto Mercato Tecnologia » Ue, dalla Commissione la roadmap di Natale per l’eCommerce. Mentre gli acquisti registrano una decisa impennata

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This