Market & Business

Verizon: cloud, soluzioni M2M e customer experience, i trend del 2014

verizon

Secondo i principali trend tecnologici identificati da Enterprise Solutions, il 2014 sarà l’anno in cui gli utenti aziendali otterranno un controllo senza precedenti sul proprio ambiente tecnologico. Nel nuovo anno, grande attenzione sarà posta su come aziende e pubbliche amministrazioni utilizzeranno la tecnologia per migliorare la customer experience e favorire l’innovazione. “Stiamo vivendo la democratizzazione della tecnologia aziendale”, ha commentato David Small, Chief Platform Officer di Verizon Enterprise Solutions. “Facendo eco a quanto accaduto per la tecnologia consumer, gli utenti aziendali chiedono servizi on-demand erogabili dove, come e quando desiderano. Nel 2014 il successo di un’ sarà misurato dalla capacità di usare la tecnologia per soddisfare le aspettative degli utenti e sfruttare l’innovazione individuale”.

Secondo Verizon nel 2014 l’approccio al cliente diventa realtà:  la capacità di personalizzare la customer experience per soddisfare al meglio le esigenze individuali sarà sempre più un elemento di differenziazione del marchio. Nel 2014 le imprese riesamineranno i diversi punti di contatto con il cliente, con la consapevolezza che una comunicazione integrata omnichannel – online, mobile, broadcast e in-store – può far sentire i clienti valorizzati in ogni singolo passaggio del processo e dell’esperienza di acquisto. Questi sistemi integrati saranno la chiave per aprire nuove strade verso i mercati, dando alle aziende la possibilità di instaurare un rapporto diretto on-demand con gli individui e costruendo connessioni affidabili per semplificare le transazioni.

La disponibilità in modalità “as-a-service” delle soluzioni machine-to-machine (M2M) – on-demand, via Internet e pronte all’uso – unite a soluzioni di sicurezza, consentiranno di superare gli ostacoli che in passato hanno frenato la completa adozione delle tecnologie M2M. A fronte di un’accelerazione del processo di adozione dei sistemi M2M, produttori, distributori e business partner potranno sfruttare appieno il potenziale di nuovi flussi di reddito e di maggiori efficienze operative, rispondendo al meglio ai bisogni dei propri consumatori.

Anche Verizon, come Websense, identifica nel 2014 l’anno in cui i continui attacchi mirati e le violazioni alla sicurezza di alto profilo determinano la richiesta di aumento degli investimenti in sicurezza da parte del top management per il 2014 e la rivalutazione degli approcci tradizionali alla gestione della cybersecurity. Poiché le imprese adottano sempre di più soluzioni di mobilità, big data, cloud e broadcast, la complessità dei programmi di cybersecurity efficaci supera, di gran lunga, sia la disponibilità di capitale umano in tutto il mondo sia la capacità di una determinata impresa di occuparsene internamente. Le imprese svilupperanno e realizzeranno modelli di gestione della cybersecurity ibridi, che combinano un agile staff interno di esperti di business orientati alla sicurezza con servizi di sicurezza gestiti affidabili.

Le organizzazioni che sposeranno il nuovo mondo tecnologico fatto di cloud, mobilità e M2M, assisteranno a una crescente decentralizzazione dell’IT. Quest’ultima sarà essenziale per qualsiasi funzione di business. Di conseguenza, l’IT lavorerà più a stretto contatto con le singole business unit per mettere a punto strumenti che abilitino i processi a supporto di dipendenti e clienti. L’alta dirigenza (ad esempio CFO, CMO, COO), le linee di business e le funzioni di staff svolgeranno un ruolo sempre più rilevante nell’adozione e nell’implementazione di soluzioni cloud. Tali soggetti sono, infatti, motivati da immediata velocità di deployment, flessibilità, controllo e valore che vedono nel cloud, oltre ai vantaggi derivanti dall’analisi dei big data. Il dipartimento IT sarà coinvolto nella pianificazione delle performance finanziarie tanto che si assottiglierà la linea di confine tra divisione IT e divisione finanziaria.

E infine, nel 2014 per Verizon, integrare software e servizi nel cloud sarà un passo essenziale per tutti i cloud provider che intendono attrarre clientela, aggiungendo valore e incoraggiando la fidelizzazione degli utenti. Le offerte cloud integrate favoriranno la fusione tra reti fisse e mobili, sistemi, idee e soluzioni, persone e cose, e intelligence e dati. Fornendo nel cloud e in modalità on-demand strumenti e sistemi capaci di trasformare queste informazioni in dati analitici sarà possibile modificare realmente la customer experience.

2 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

2 Comments

  1. Pingback: Sicurezza: virus ruba 2 milioni di password nel mondo. Colpiti i social network | Tech Economy

  2. Pingback: Sicurezza: virus ruba 2 milioni di password nel mondo. Colpiti i social network | Mondo Tech

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This