News

In America latina si combatte il crimine con smartphone e social media

reati-650x365

In il crimine violento è aumentato negli ultimi dieci anni con tassi di omicidio per il Sud e Centro America che hanno superato quattro volte la media globale nel 2011, da 29 a 100 mila persone, secondo un programma di sviluppo 2013 delle Nazioni Unite (UNDP). Il corpo di polizia internazionale Interpol ha chiamato cyber-crimine uno dei settori in più rapida crescita della criminalità.

“Molte vittime di violenza possono non passare attraverso le istituzioni pubbliche e potrebbero cercare di risolvere il problema in altro modo“, ha detto Ronak Patel, ricercatore della Harvard Humanitarian Initiative (HHI).

Mentre i governi, come quelli di Messico, Brasile e Argentina, si sono impegnati, negli ultimi dieci anni, a migliorare il comparto delle forze di polizia,  ha continuato la sfiducia nelle istituzioni pubbliche, portando alla nascita del  “horizontal citizen-to-citizen initiatives”, cioè una comunità di persone che utilizzano gli e i media per proteggersi dalla criminalità.

In Messico, a Ciudad Juárez ,una delle città più violente del mondo, secondo uno studio del marzo 2013 nel “Stabilità: The International Journal of Security & Sviluppo”, i gruppi di quartiere hanno preso la gestione della criminalità nelle proprie mani, utilizzando gli smartphone, e con messaggi di testo e chiamate mobili si avvisano l’un l’altro dei crimini.

A Monterrey, in Messico nord-orientale, il Centro de Integración Ciudadana (CIC) – arrivano tantissimi dati sui crimini grazie ai social network comuni Twitter e Facebook. Una pagina che ha 47.488 seguaci su Twitter e Facebook 10.118 “mi piace”.

Infine, da segnalare anche un caso in Argentina, in cui la ONG Istituto per la Sicurezza e la Giustizia ha creato “Insecurity Map’s”, che raccoglie i dati di criminalità e individua i punti caldi nella città di Buenos Aires e provincia. In una settimana dal lancio nel 2009, i cittadini hanno riferito più di 2000 reati alla ONG che esegue la mappa – tra cui rapimenti, rapine e omicidi.

Antonino Marino

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This