ICT & Telco

Tlc, Colao: “nazionalismo e burocrazia arrestano lo sviluppo del settore”

Vodafone

Il mercato delle in Europa ha perso terreno negli ultimi anni e per spingere le aziende a investire ancora e maggiormente servirebbe un’Europa meno frammentata, in particolare nelle sue regole e authority. È l’auspicio anche del Ceo del gruppo , che, parlando all’inaugurazione dell’anno accademico in Bocconi, descrive le prospettive di una grande azienda telco internazionale basata in Europa.

Vodafone continua a investire – ha detto Colao – ma non entriamo in un nuovo mercato in Europa dal 2005, nel frattempo abbiamo sviluppato il 35% (del fatturato, ndr) fuori Europa“. “Credo siamo in un momento di possibile rilancio dell’industria europea. Vodafone continua a voler investire in Europa, abbiamo appena annunciato che aumenteremo del 40-50% gli investimenti organici nei prossimi 2/3 anni, abbiamo speso quasi 13 miliardi in acquisizioni negli ultimi 2 anni ma lo potremo fare con più soddisfazione per investitori e risparmiatori se si realizzerà un Europa più semplice, più imprenditoriale, meno regolata” riassume Colao. “La frammentazione rende tutto più difficile e anacronistico: ci confrontiamo con 187 regolatori diversi, in una dozzina di mercati, così la frammentazione regolatoria, il nazionalismo e la burocrazia sovranazionale hanno arrestato lo sviluppo del settore” ha aggiunto.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Vodafone: ricavi in calo ma buone notizie dai mercati emergenti | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This