Market & Business

IDC e Gartner: mercato pc in declino, ripresa nel 2015

PC

Le spedizioni globali di personal computer sono ancora scese durante il terzo trimestre dell’anno, segnando in questo modo il sesto trimestre consecutivo di declino. Secondo le ultime ricerche targate IDC e Gartner questo è dovuto principalmente alla riduzione dei costi dei e degli smartphone che hanno di conseguenza alzato la domanda dei consumatori.

I due istituti di ricerca riferiscono dati diversi ma che tutto sommato si discostano poco gli uni dagli altri. Se da un lato, infatti, IDC dichiara che il è sceso quasi dell’8%, a 81,6 milioni di unità, Gartner afferma che il declino si aggira intorno al 9%, a 80,3 milioni di unità.

Anche le previsioni sul futuro del mercato sembrano non combaciare del tutto. IDC, infatti, prevede che il mercato dei pc toccherà il fondo l’anno prossimo e che la ripresa si avrà ad inizio 2015 quando le imprese e i consumatori sostituiranno i loro vecchi pc con quelli di nuova generazione. D’altro lato, invece, Gartner afferma che il declino maggiore avverrà quest’anno ma che, dopo un anno di stasi, le vendite riprenderanno a salire nel 2015. Per entrambe, quindi, per vedere una ripresa, il mercato pc dovrà attendere ancora due anni.

Mikako Kitagawa, analista di Gartner, ha commentato il futuro del mercato pc affermando che nei paesi più sviluppati, i consumatori non abbandoneranno i computer, anche se attenderanno maggiormente per rimpiazzarli con dei nuovi, preferendo spendere i loro soldi per dispositivi come tablet o smartphone: “la dimensione complessiva del mercato si ridurrà, ma ad un certo punto quei vecchi pc saranno sostituito con dei nuovi”, riferisce Kitagawa.

gartner-pc-q3-2013-1Il mercato statunitense è quello che, per entrambi gli istituti di ricerca, rappresenta un punto fermo nel campo dei pc. IDC afferma, infatti, che il mercato statunitense è rimasto pressoché invariato, mentre per Gartner è addirittura aumentato del 3,5%, aiutato dal taglio dei costi di produzione dei nuovi chip a bassa potenza di Haswell. Per IDC, invece, ciò che ha contribuito alla stabilità è anche la diminuzione dei prezzi dei portatili con schermo touch.

Le prospettive per una stabilizzazione del mercato dei pc sono state offerte dalle case di produzione Lenovo ed HP, rispettivamente prima e seconda al mondo. Sono state le stesse aziende, infatti, a dichiarare che il declino avrà una sua stabilizzazione per il prossimo anno fiscale che comincia a Novembre.

I 3 leader mondiali, Lenovo, HP e Dell, hanno tutti visto crescere le loro spedizioni tra lo 0 e il 3% nel corso del trimestre, grazie soprattutto alla buona salute del mercato statunitense. Chi ha subito un forte declino, invece, secondo i due istituti di ricerca, sono state Asus e Acer. Se da un lato IDC afferma che che Acer e Asus hanno subito cali di circa il 34%, Gartner, dal canto suo, riferisce che il calo si aggira intorno al 23%.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Intel: aumenta l'ottimismo in vista dei prossimi trimestri | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This