ICT & Telco

Telecom Italia: Bernabè pronto a dimettersi

IV National Conference On  Italy - Latin America And The Caribbean

, Presidente di ,  sarebbe pronto a lasciare l’azienda.  E potrebbe accadere già il prossimo mercoledì 3 ottobre, quando si terrà il previsto Cda. A pesare sulla decisione di Bernabè sono certamente gli ultimi sviluppi seguiti all’affare , un affare che ha permesso alla telco spagnola, in accordo con Mediobanca, Generali e Intesa Sanpaolo, di salire dal 46 al 66% di Telco che controlla il 22,4% di Telecom Italia e nomina la maggioranza dei membri del consiglio di amministrazione. Di fatto un’ “acquisizione” a tutti gli effetti da cui lo stesso Barnabè aveva provato a tenere le distanze già nelle ore successive all’annuncio,  spostando l’attenzione sui possibili scenari futuri per uscire dalla crisi Telecom: aumento di capitale o scorporo della rete, puntando sulla prima. Bernabè avrebbe anche auspicato caldamente una serie di provvedimenti governativi, come ad esempio una versione più rigida della legge dell’Opa, per frenare l’avanzata spagnola ma con la rinnovata minaccia di una crisi, il Governo non ha dato ancora riscontri e ha rinviato l’audizione con Bernabè.

In questo panorama il cda del 3 ottobre diventa l’evento nodale attorno a cui si gioca la partita:  al centro dell’incontro restano i temi dello scorporo della Rete e la possibilità che su Telefonica ricada l’obbligo di un’Opa ma non si smette di ragionare nemmeno su aumento di capitale e futuro delle controllate latinoamericane; non è più chiaro però se giovedì Bernabè presenterà comunque le sue strategie o se passerà la mano immediatamente. A minare ulteriormente l’equilibrio instabile del vertice Telecom, ci sarebbe anche il nome già pronto del sostituto di Bernabè, ovvero Massimo Sarmi, da 13 anni amministratore delegato di Poste Italiane già direttore generale di Tim e nel 1998 direttore generale di Telecom Italia.Ma in ballo c’è anche Francesco Caio, amministratore delegato di Avia e Mr. Agenda Digitale, amministratore delegato di Omnitel (ora Vodafone) alla fondazione.

E il cda in cui potrebbe essere ufficializzato l’addio di Bernabè, si inserisce in una settimana calda per Telecom Italia e per il sistema telco nel complesso già a partire da lunedì 30 settembre, data in cui si riunisce il Consiglio dell’Autorità per le tlc, nel corso del quale potrebbe essere discusso dai commissari anche il tema del passaggio di controllo di Telecom Italia, con tutte le conseguenze del caso sullo scorporo della rete. Lunedì attende Telecom anche la prova dei mercati, alla riapertura di Borsa dopo che venerdì ha chiuso in calo del 2,6% a 0,58 euro.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Scorporo rete: Bernabè auspica celere intervento di Cdp e Agcom | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This