Market & Business

Apple: iOS7 soddisfa gli esperti, un pò meno gli utenti

new-apps-ios7-concept-765x512.jpg

Atteso e annunciato come un evento mediatico di primaria importanza, quasi al pari delle presentazioni dei nuovi device cui ci ha abituato, il rilascio mondiale dell’aggiormento di ha suscitato immediatamente forti reazioni. Quel che pare certo è che l’estetica di si odia o si ama a prima vista e su un punto, soddisfatti e non della novità, sono d’accordo: con questo aggiornamento i propri iPhone e iPad diventano nuovi di zecca. Una convinzione che ha guidato, secondo le prime stime, già il 28% degli utenti della Mela Morsicata ad abbracciare la novità, tanto da mandare letteralmente in tilt i server già nei primi minuti dalla messa in linea ufficiale di iOS7.

compatibilità-ios-7E puntuali arrivano anche le prime pagelle dei blog d’Oltreoceano tutto sommato soddisfatti del cambiamento, e degli utenti che, invece, come è tradizione, sono spaccati a metà fra entusiasti e delusi su un look che per alcuni è un richiamo troppo esplicito ad Android ma almeno non ci sono al momento grosse lamentele o flop come fu lo scorso anno per il debutto delle Mappe di Cupertino.

I blog specializzati hanno acceso i riflettori su pregi e difetti di quello che tutti riconoscono essere il più grande rinnovamento del sistema operativo di Apple. CnetNews evidenzia come positivi il restyling, l’aggiornamento automatico delle app, l’introduzione di iTunes Radio (servizio di musica in streaming) e di AirDrop (il sistema di condivisione dei file), ma sottolinea che non ci sono novità eccezionali in quanto a funzioni. The Verge, dal canto suo, plaude al Centro di Controllo ma pure rimarca l’assenza di novità funzionali avanzando il dubbio che sia un “cambiamento per il solo gusto di cambiare”. Insomma nel complesso iOS7 viene promosso dalla critica con riserve e la stessa Apple avrebbe in serbo un primo aggiornamento di iOS7 già fra una settimana.

L’altra parola che conta è quella degli utenti per i quali, al di là dei tecnicismi, l’impatto con iOS7 è stato forte, nel bene o nel male, per il potente restyling e per la perduta familiarità con gesti e interfaccia. Su Twitter fino a ieri l’hashtag #iOS7 era in cima agli argomenti più discussi al mondo. I più entusiasti sottolineano il design minimalista e scorrevole. I delusi lamentano una versione troppo basic, colorata, quasi ludica o una virata al look dei telefoni Android. Sul forum di assistenza Apple si è invece riversato chi nell’aggiornare il sistema operativo ha avuto problemi. Una difficoltà più o meno generale – soprattutto per chi non aveva un iPhone di ultima generazione – è stata quella di accedere tempestivamente all’aggiornamento. Problema dovuto al probabile sovraffollamento dei server. Alcuni hanno segnalato un maggiore consumo di batteria, altri problemi con i messaggi o la posta elettronica.

C’è anche chi vuole “tornare indietro“. Diversi i gruppi di discussione in cui si chiede se sia possibile, ed eventualmente come, effettuare il “downgrade“, il ritorno alla versione precedente, iOS6. Opzione non percorribile. L’attenzione è stata comunque molto alta fin dalla prima disponibilità dell’aggiornamento, per l’Italia le 19 di ieri. Secondo le stime della società Mixpanel, citata dal sito Mashable.com, più di un quarto degli utenti della Mela morsicata è già passata a iOS7 (28%). Secondo le stime di Fisku invece l’adozione sarebbe stata finora di quasi il 18%.

6 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

6 Comments

  1. Roberto

    21/09/2013 alle 00:33

    La grafica dell’ios7 fa schifo!!!

    Se potete non caricatelo!!!

    E’ una vergogna che non si possa tornare indietro!!!

  2. cristina

    21/09/2013 alle 21:45

    Aiutooo.mio figlio ha provato ad installare ios 7 su ipad2 .risultato ipad bloccato con scritta itunes e segno di collegare USB. Non e più utilizzabile.ho provato a spengere ma niente non succede niente. Rimane fermo con quella scritta centrale

  3. Davide

    29/09/2013 alle 01:14

    iOS 7 è a dir poco indecente. Ho acquistato un iPhone per avere un dispositivo Apple, non un Android based device. Ora non ho più un iPhone, punto. Semplice.
    Trovo inaccettabile la cosa, è inutile e malsano per l’operatività visuale e logica. Jobs aveva capito che mantenendo la gamma cromatica semplice era lo scheumoformismo a rendere tutto reale e semplice, ed è ciò che distingue Apple in se stessa da OS X in poi, il grande salto. Tolto questo si è tornati indietro: una cosa di una stupidità monumentale.

  4. Davide

    30/09/2013 alle 23:32

    Ciao a tutti io o un iPhone 4S e vi dirò quando avevo ios6 adoravo l iphone ma adesso mi viene il volta stomaco con questo aggiornamento del cavolo…. E lentissimo quando nn ho il blocca schermo e lo giro c mette 3 minuti poi su alcuni siti internet nn mi fa scrivere commenti perché si leva la paggina…. Poi quando scorro una pagina e lento prima filava come l olio…. Per non parlare della batteria che mi dura mezza giornata e pure ho tutto disattivato…. Poi la tastiera io scrivo delle cose e quella me ne mette altre cose mai successe poi tutto questo bianco mi fa venire il mal di occhi e io soffro di vista…. Io nn ho speso 700 euro per un telefono così e pure nn ha neanche un anno di vita se con ios 7.1 nn cambiano le cose Apple perde un cliente

  5. gianni

    11/10/2013 alle 19:42

    rapidissima la cancellazione delle email scaricate, incredibilmente pessimi e antifunzionali i bottoncini per togliere o mettere la spunta alle varie funzioni, dove li hanno copiati?

  6. Moretti Giancarlo

    19/10/2013 alle 13:05

    Se ios7 non si mette apposto Andrò a prendere htc così non si può lavorare

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This