Market & Business

Google compra Bump, l’app per scambiare file al tocco degli smartphone

index

acquista la start-up che ha ideato , l’app che permette ai possessori di iPhone e dispositivi Android, di condividere con un tocco file, video e foto. I dati si trasferiscono così da smartphone a smartphone col semplice contatto dei telefonini.

È stato lo stesso Ceo e cofondatore di Bump, David Lieb, a rivelare la notizia dell’acquisizione.Non potremmo essere più entusiasti dell’accordo con una società con la quale condividiamo il pensiero per cui l’informatica possa cambiare profondamente il modo in cui interagiamo fra di noi e con il mondo“, ha scritto sul sito. “Il team di Bump ha dimostrato grande abilità nel costruire e sviluppare velocemente prodotti amati dagli utenti, e pensiamo che faranno bene a Google”. Al momento non si hanno informazioni su come Google voglia utilizzare Bump e l’app è ancora disponibile gratuitamente sugli store digitali ed è ancora sconosciuto il valore dell’affare che secondo AllThingsDigital, si aggira tra i 30 e i 60 milioni di dollari.

Fondato nel 2008 Bump è stato scaricato 100 milioni di volte e il successo avuto ha permesso alla società di ampliare le sue attività puntando anche sulle foto: Flock, ad esempio, è l’app che permette la condivisione di album fotografici. E Google ringrazia.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This