News

Facebook diventa un “trova lavoro”?

facebookjob

Dopo aver sfidato Twitter con l’introduzione degli hashtag e dei trend topic, , riprendendo il tema caro di Linkedin, e introduce tra le informazioni personali degli utenti le Competenze professionali.

L’indiscrezione è stata pubblicata dal sito Sociobits.org dove è spiegato che è in fase di test una nuova voce nel menu Informazioni che consente di aggiungere al proprio profilo le competenze professionali. Compilando tutti i campi disponibili, si scoprirà quali utenti hanno le stesse caratteristiche e quali hanno espresso interesse. L’iniziativa mira ad attrarre nuovi utenti business ma anche a fornire uno strumento in più ai suoi utenti in un settore, come il lavoro, su cui tutti sono in questo momento focalizzati. L’interesse di Facebook nel mondo del lavoro non è di certo nuovo. Nel 2012, infatti, ha lanciato l’app Social Jobs Partnership che aggrega più di 1,7 milioni di posizioni aperte da agenzie di cacciatori di teste come BranchOut, Jobvite e Monsters.com.

Con questa mossa sembra che Zuckerberg abbia davvero deciso di sfidare il colosso LinkedIn: chi offre un lavoro potrà infatti grazie al Graph Search velocizzare la sua ricerca inserendo le competenze professionali richieste, ed è chiaro che Facebook, con oltre un miliardo di utenti sparsi in tutto il mondo, diventerebbe il modo più semplice per ricercare figure professionali competenti. Se social network del calibro di Facebook decidono di intraprendere anche la strada del , Linkedin, se ha intenzione di sopravvivere, dovrà di certo trovare il modo per reggere tale concorrenza.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This