News

Zuckerberg: “Facebook ha bisogno di applicazioni”

Zuckerberg a Washington parla dei dati raccolti nelle intercettazioni Prism

In un’apparizione alla conferenza organizzata dall’azienda di Parse” Mark Zuckerberg afferma di fronte al suo pubblico che ha bisogno di applicazioni e che farà di tutto per facilitare agli sviluppatori la creazioni delle applicazioni.

Ripensando poi ai suoi primi giorni nell’edificio di Palo Alto, Zuckerberg afferma che avrebbe voluto tanto avere a disposizione un’azienda come Parse. La start-up acquistata lo scorso aprile, infatti, fornisce servizi che consentono agli sviluppatori di creare applicazioni mobili e web che si estendono su più piattaforme e dispositivi, senza la necessità di concentrarsi sulla gestione dei server e attività correlate.

C’è da dire che il social network offre già Facebook Platform, che fornisce servizi che aiutano gli sviluppatori a creare applicazioni Facebook  ma l’acquisizione di Parse vuole essere un modo per incrementare e facilitare la sviluppo di app mobili. Nel mese di giugno, Parse ha dichiarato che più di 100.000 applicazioni utilizzano i suoi servizi, in crescita di 20.000 da quando la start-up è stata acquistata da Facebook, e che sta ancora crescendo rapidamente, secondo il co-fondatore e CEO Ilya Sukhar .

L’idea è che Parse si inserisca nela visione attuale di Facebook, cioè quella secondo cui Facebook Platform dovrebbe essere la piattaforma principale da costruire e far crescere, monetizzando con applicazioni cross-platform“, ha dichiarato Sukhar.

Nel tentativo di attirare un numero maggiore di sviluppatori sulla piattaforma Parse ha già annunciato cinque nuovi prodotti. Le due principali innovazioni sono Background Jobs e Parse Analytcs. La prima consente agli sviluppatori di pianificare operazioni ricorrenti, come ad esempio l’invio di messaggi di posta elettronica per gli utenti. Il secondo, invece, fornisce una dashboard per monitorare qualsiasi dato su un’applicazione. “A Facebook , quello che stiamo cercando di fare è costruire strumenti che aiutano a fare due cose”, afferma Zuckerback, “costruire e far crescere le vostre applicazioni“.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Daniela_88

    09/09/2013 alle 14:40

    È davvero sorprendente come facebook si espanda sempre così velocemente. Vediamo che nuove applicazioni riusciranno a creare i suoi sviluppatori.

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This