ICT & Telco

Colao: “L’Italia è uno dei mercati principali per Vodafone”

Vittorio Colao

Dopo la vendita fruttata 130 miliardi di dollari, , secondo le parole del Ceo Vittorio Colao, ha deciso di investire fortemente in Italia, che diventerà, per l’azienda di telecomunicazioni, il secondo mercato più grande in Europa. Con il “Project Spring”, che segue l’affare Verizon, la compagnia britannica intende aumentare la sua spesa di ulteriori 6 miliardi di sterline in tre anni per migliorare la qualità della per i clienti in Europa e nei mercati emergenti.

L’Italia avrà una grande parte all’interno del nostro ‘Progetto Spring’, per accelerare le reti 4G ed incrementare i collegamenti in fibra, nostri o in collaborazione con Telecom Italia se i prezzi saranno sostenibili“, ha riferito Colao, “altrimenti siamo già attrezzati e pronti ad investire“, ha detto. Il Progetto Primavera intende mettere sotto pressione i player indebitati come la spagnola Telefonica e Telecom Italia ed in effetti, con contanti dalla vendita Verizon, Vodafone sembra destinata a scuotere il settore europeo delle telecomunicazioni.

Dopo aver acquistato da Verizon il nostro 23% di Vodafone Italia il Paese è di nuovo il secondo mercato in Europa per noi“, afferma Colao rispondendo ai giornalisti su possibili acquisizioni. “Ci sono però due problemi: una situazione politica ed economica non confortante per un investitore e una guerra di prezzi sconclusionata che credo non abbia portato bene a nessuno. Ma resta strutturalmente uno dei nostri mercati principali”.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This