Market & Business

IDC: nel 2017 previsti 107 mld di dollari per il cloud

Cloud

La spesa mondiale per i servizi di pubblico raggiungerà i 47,4 miliardi di dollari nel 2013 e ci si aspetta di arrivare addirittura a più di 107 miliardi di dollari nel 2017. Questo è quanto afferma una nuova previsione di IDC, secondo cui nel corso del periodo di previsione 2013-2017 , i servizi di cloud informatici pubblici avranno un CAGR (tasso di crescita annuale composto) del 23,5% , cinque volte quella del settore nel suo complesso.

Immagine1Il cloud computing ha svolto un ruolo fondamentale nel cambiare il modo in cui le aziende consumano e utilizzano le tecnologie dell’informazione ed ora ci sono segnali che fanno ben sperare in un’evoluzione che porterà ad una seconda fase in cui la scala di adozione del cloud non solo sarà molto più grande, ma anche di più facile utilizzo. In questa fase di crescita, il cloud e le altre tecnologie “third platform” (mobile, social e Big data) diventeranno ancora più interdipendenti e guideranno la crescita e l’innovazione in tutti i settori che dipendono sull’IT.

La prima ondata di adozione di servizi cloud è stata mirata a migliorare l’efficienza del reparto IT”, ha dichiarato Frank Gens, Senior Vice President e Chief Analyst di IDC. “Nel corso dei prossimi anni, il driver principale per l’adozione del cloud si sposterà dall’economia all’innovazione così come le aziende all’avanguardia investono in servizi cloud come base per le nuove offerte competitive”.

La crescente attenzione sui servizi cloud come una piattaforma di innovazione aziendale aiuterà a guidare la spesa per i servizi cloud pubblici a nuovi livelli per tutto il periodo di previsione. Entro il 2017, IDC prevede che i servizi di cloud IT pubblici guideranno il 17% della spesa IT e quasi la metà di tutta la crescita di cinque categorie tecnologiche: applicazioni, software di infrastruttura di sistema, platform as a service ( PaaS ), i server e lo storage di base. Il software as a Service () rimarrà la più grande categoria di servizi cloud pubblici raggiungendo il 59,7 % dei ricavi nel 2017. Le categorie più rapida crescita saranno PaaS e Infrastructure as a Service (IaaS ), con un CAGR del 29,7% e 27,2% rispettivamente.Immagine1

Gli Stati Uniti rimarranno il più grande mercato dei servizi pubblici cloud, anche se la sua quota scenderà dal 56,9 % del 2013 al 43,9% del 2017, mentre Europa Occidentale, America Latina e Asia-Pacifico guadagneranno punti durate tutto il tempo di previsione. La spesa per il cloud nei paesi emergenti si prevede affronterà un CAGR del 37,3 % per il periodo 2013-2017, un tasso quasi doppio rispetto a quello dei mercati sviluppati.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This