Device

Apple: è l’ora del pensionamento per l’iPod?

ipod

Si è parlato tanto in questi giorni, dei numeri di che ha fatto registrare vendite record per gli iPhone nel terzo trimestre così come, d’altro lato, ha visto le quote di iPad e Mac lievemente in calo, ma pur sempre con risultati migliori del previsto.

Nonostante i buoni risultati, non si è discusso molto, però, di uno dei prodotti storici della casa di Cupertino, ovvero l’. Forse perché è ormai un dispositivo che non fa più gola al mercato. A dimostrarlo sono le entrate derivate dalle vendite del lettore mp3 che vedono un calo drastico del 31% anno su anno, con un numero di unità vendute scese del 32%.

Si può dire che questo è il più grande insuccesso che l’iPod abbi mai registrato in un report dei guadagni negli ultimi anni. Fallimento che supera addirittura quello del quarto trimestre del 2011, quando il dispositivo fece registrare un calo delle vendite del 27% rispetto all’anno precedente.

Questo, secondo alcuni, dimostra come le perdite non siano un evento sorprendente, ma un naturale calo fisiologico, dovuto forse, nonostante l’affezione degli utenti Apple al nuovo iPod Touch, al maggiore utilizzo di smartphone che fungono anche da lettori musicali.

Apple non ha fornito specifiche per quanto riguarda i dati di vendita per ogni dispositivo iPod ma si presuppone che in cima alla classifica dei dispositivi musicali più venduti ci sia l’iPod Touch, seguito dal Nano e dal tipo Shuffle. E’  giunta quindi l’ora del pensionamento per il primo iPod? Apple da ben due anni non apporta al dispositivo alcun tipo di modifiche, è questo un segnale?

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This