App

eBay Now si espande su desktop con nuove funzioni

ebay-now

, il servizio di consegna in giornata della piattaforma di eBay, che ha debuttato per gli abitanti di San Francisco quasi un anno fa, prima delle ulteriori espansioni in San Jose e New York, si prepara ad allargare il suo servizio in altre zone degli Stati Uniti come Brooklyn, il Queens, Chicago e Dallas entro la fine dell’estate. Le novità del servizio non finiscono qui. L’azienda fa sapere, infatti, che eBay Now si espanderà dalla versione mobile (dove è nata) a quella desktop.

Secondo Dane Glasgow, VP di eBay Mobile & Local, l’azienda ha scelto di portare il servizio precedentemente pensato solo per mobile anche su desktop perché, così come quelli da dispositivo mobile, anche gli utenti da pc fisso sono ottimi consumatori. “Abbiamo notato un forte desiderio di poter usufruire di eBay Now da qualsiasi dispositivo” ha dichiarato Glasgow, il quale ha aggiunto che in una data settimana, il 21% dei visitatori di eBay provengono sia da mobile sia da pc e che questi utenti multipiattaforma rappresentano il 44% del volume totale delle vendite per l’azienda.

Con eBay Now sul desktop, ciò che prima sembrava una sorta di programma di utilità di nicchia assume più l’aspetto di un sito di e-commerce a tutti gli effetti. Sulla homepage dedicata, gli utenti possono sfogliare e ricercare i prodotti disponibili presso i negozi del vicinato, così come vedere le informazioni del prodotto incluse le descrizioni, prezzi, valutazioni e recensioni, proprio come se fossero nel sito web del rivenditore al dettaglio.

Come fa sapere Glasgow, eBay Now è supportato da centinaia di marchi, anche se non riferisce le cifre esatte. Tuttavia, tra questi sono riscontrabili alcuni noti come The Home Depot, Target, Macy, GNC, Walgreens, Best Buy, Toys R Us, Office Depot, Urban Outfitters, RadioShack e AutoZone.

Questi e altri brand fanno il loro inventario disponibile per gli acquirenti eBay nelle zone di consegna supportati, che possono quindi prendere l’ordine per un determinato oggetto (l’ordine minimo è di 25 dollari) e spedirlo in meno di un’ora per un costo aggiuntivo di 5 dollari. Glasgow afferma che, mentre fino ad oggi il servizio è stato utilizzato maggiormente per questioni di emergenza, come “oggetti per riparare biciclette rotte” o “qualcosa di necessario per un appuntamento”, gli utenti hanno cominciato a richiedere la spedizione in un’ora per una varietà di oggetti anche inusuale, come condizionatori, iPad e attrezzi di giardinaggio.

Le nuove funzioni di eBay Now consentono agli utenti, una volta effettuato l’ordine, di vedere chi è il corriere ed avere le informazioni necessarie per raggiungerli, magari per imprevisti o contrattempi. Per il resto, le principali funzioni dell’e-commerce in tempo reale, in particolare quelle per il pagamento, non hanno subito ulteriori modifiche. C’è da dire che adesso, eBay Now funziona come un’ulteriore opzione del servizio di base permettendo agli utenti una molteplicità di scelte, almeno per le città in cui il servizio consente la consegna in poche ore. Oltre a questo, fa sapere Glasgow che, per la fine dell’estate, sarà lanciata una nuova funzione che permetterà agli utenti di scegliere ancora più nel dettaglio la finestra temporale in cui far recapitare l’oggetto acquistato: “è una delle funzioni più richieste. Sarà molto utile, ad esempio per i lavoratori che vogliono farsi consegnare i loro acquisti in ufficio o alla fine della giornata di lavoro”.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This