Market & Business

Microsoft: trimestrale deludente, pesano stop mercato pc e flop Surface

Microsoft: Steve Ballmer riorganizza la società

In questi giorni ha presentato i suoi utili trimestrali che si sono rivelati essere inferiori alle attese. Questo a causa del rallentamento delle vendite dei personal computer ma soprattutto per l’insuccesso del che è costato all’azienda un invenduto pari a 900 milioni di dollari. Alla notizia il titolo è sceso del 5% dopo solo poche ore, facendo registrare un ribasso che non si vedeva da ormai 5 anni.

I risultati sono la dimostrazione di un periodo non molto favorevole per la società che, forse prevedendo i ribassi, ha annunciato la scorsa settimana di essere in procinto di una profonda riorganizzazione per trasformarsi in un’azienda leader nel “device and service”, anche se gli sforzi da affrontare per diventare una azienda come la Apple non sono di certo pochi. “Questa è la più grande perdita che abbiamo mai visto da Microsoft, o almeno la più grande che ricordo“, ha riferito Brendan Barnicle, analista di Pacific Crest Securities. “Sembra che tutto sia ormai in difficoltà”.

Prima dei risultati negativi, le azioni di Microsoft erano aumentate del 32% nell’arco dell’intero anno, facendo registrare un rialzo del 19% nell’indice Standard & Poor 500.

microsoft-q4_t.jpg.pagespeed.ce.j4lvg9BGYA

Il maggior problema riscontrato, però, e di conseguenza la principale causa del ribasso, è dovuta alla scarsità della domanda per il tablet con RT. La casa di Redmond, infatti, producendone in quantità maggiore rispetto alla richiesta da parte dell’utenza, è stata costretta a dimezzarne il prezzo sperando di vedere maggiori profitti. Ma evidentemente non è servito.

Sappiamo che dobbiamo impegnarci di più, soprattutto nel campo dei dispositivi mobili” ha riferito Amy Hood, il nuovo Chief Financial Officer di Microsoft. “Questo è uno dei principali motivi per cui abbiamo scelto di effettuare i cambiamenti organizzativi la settimana scorsa”.

Il fatturato del quarto trimestre è stato di 19,9 miliardi, mentre l’utile operativo e quello netto si sono attestati a 6,07 e 4,97 miliardi di dollari. Ma oltre al segno meno dovuto al Surface RT, i risultati finanziari riflettono anche 782 milioni di dollari di fatturato precedentemente differiti e relazionati all’offerta di aggiornamento di Office.

Nel quarto trimestre abbiamo risentito del declino nel mercato PC, ma continuiamo a vedere una forte domanda per le nostre offerte enterprise e cloud“, ha affermato ancora Amy Hood.

Per quanto riguarda l’anno fiscale complessivo del 2013, Microsoft ha raggiunto un fatturato di 77,85 miliardi di dollari e un utile operativo di 26,76 miliardi. Nello specifico, la divisione Business ha visto aumentare le vendite del quarto trimestre del 14%, mentre il dato sull’intero anno è sempre positivo, anche se solo del 3%. D’altro lato, la divisione Windows, malgrado la frenata dei PC, ha messo a segno un +6% nel quarto trimestre e +5% sull’interno anno. Chiudono il segmento Online Services (rispettivamente +9 e +12%) e quello Entertainment and Devices (+8 e +6%).

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Trimestrali Google: l'azienda delude le aspettative | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This