eBusiness

E-commerce: un italiano su due acquista online

ecommerce italia

Gli italiani si riscoprono sempre più consumatori . Circa un italiano su due, infatti, acquista prodotti affidandosi a negozi virtuali, aumentando di conseguenza la sua abilità nel fiutare un’offerta o nel comparare i prezzi tra un negozio e l’altro.
A rivelarlo è una nuova ricerca, “Il futuro del commercio – Scenari e tendenze tra online, offline, social e mobile” realizzata da Human Highway e Netcomm per Ebay, secondo cui, considerando chi ha acquistato online negli ultimi tre mesi si arriva a una quota del 46,4%, pari a 13,5 milioni di persone. Poco meno dei 2/3 dell’universo online (18,8 milioni di individui) ha invece almeno una volta portato a termine un acquisto mentre ben otto milioni rientrano tra gli acquirenti abituali di beni e servizi sul web.
Lo studio analizza varie categorie merceologiche verso le quali gli utenti hanno una maggiore propensione all’acquisto online, ma a prescindere da queste emerge come i possibili clienti abbiano quasi tutti la tendenza ad usare prima di tutto Google come motore di ricerca per cominciare le proprie indagini.
Una categoria presa in considerazione è quella dei prodotti finanziari. Per questo genere di merce il web è uno dei migliori luoghi di ricerca e di raccolta delle informazioni in quanto è possibile velocemente comparare i vari servizi e questo, secondo la ricerca, è uno dei fattori più importanti a detta di un cliente su cinque del canale tradizionale. Nello specifico, queste informazioni sono reperibili da blog, forum specializzati e dalle recensioni.
Se un consumatore decide di acquistare online prodotti finanziari si assiste poi ad un leggero aumento nell’uso dei comparatori: si arriva così al 22% rispetto al 18% di chi acquista offline. Chi compra online un pacchetto finanziario è alla ricerca di comodità e risparmio, a detta del 42% degli interpellati.
Immagine1
Per quanto riguarda l’abbigliamento (il genere di prodotti che più si acquista sul web), ci si affida spesso ai consigli e alle opinioni dispensate da forum, blog, recensioni e commenti di amici, ma sembra che si ascolti meno ciò che viene detto nei social network. Dalla ricerca emerge come un consumatore che si affida alla ricerca online, sia molto più attento e consapevole di chi continua a fare shopping in maniera tradizionale che persegue la via dell’acquisto in negozio soprattutto per non rinunciare a misurare il capo d’abbigliamento e per non attendere l’arrivo del corriere.

Immagine2
Non mancano i comportamenti comuni come il quello del pagamento. Il pagamento è di regola anticipato al momento dell’ordine con una carta di credito o prepagata. Le percentuali oscillano in funzione del bene: nel caso dei prodotti finanziari si ricorre alla prepagata con una quota del 23%, la carta di credito tradizionale supera di poco il 21% mentre il bonifico si attesta al 16,4%. Nel caso dell’abbigliamento le prepagate arrivano intorno al 30% e quelle di credito si fermano al 21%. Per quanto riguarda la PayPal, invece, questa è utilizzata in un caso su tre per l’acquisto di prodotti finanziari e 40% per l’abbigliamento.

2 commenti

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

2 Comments

  1. Pingback: Contest eBay, un video per raccontare cos'è | Tech Economy

  2. Pingback: Come fare e-commerce? : Web Markethink

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This