Market & Business

Riapre la Misura B, il programma di incentivi per il design

design

Riapre la Misura B, un programma di a favore delle e italiane che intendono valorizzare il proprio . Il programma mira a favorire il ricorso alla registrazione dei titoli di proprietà industriale e il loro sfruttamento economico attraverso agevolazioni, concesse secondo la procedura a sportello, a micro, piccole e medie imprese con sede legale e operativa in Italia.
La riattivazione è stata resa possibile dalla riallocazione delle risorse destinate al programma, dopo aver effettuato una ricognizione dei fondi disimpegnati fino ad oggi a seguito di vari eventi (decadimenti, rinunce, ecc.) sommati ai fondi ancora disponibili sulla Misura A (Premi). In sintesi, verranno rimessi a disposizione delle micro e pmi italiane oltre 6 milioni di euro, destinati a coprire le future richieste di premi e di incentivi senza alcuna ripartizione predeterminata fra l’una e l’altra misura.

Possono partecipare tutte le micro e pmi italiane che intendono valorizzare la propria creatività, attraverso il ricorso alla registrazione dei disegni e modelli industriali ed alla loro successiva valorizzazione economica.

Il programma si articola in due linee di intervento:

  • misura A): premio per il deposito, cioè per la registrazione nazionale, comunitaria ed internazionale di nuovi modelli e disegni industriali;
  • misura B): incentivo per lo sfruttamento economico dei modelli/disegni industriali.

Presentando domanda le imprese potranno quindi richiedere un contributo in conto capitale per realizzazione di un progetto di sfruttamento economico di un modello/disegno per il quale sia stata depositata la domanda di registrazione o di un modello/disegno da realizzare ex novo.

Gli incentivi saranno concessi in misura massima pari all’80% delle spese ammissibili, con importi massimi che variano in relazione alle diverse fasi progettuali, che sono:

  • fase B.1 – area progettazione e ingegnerizzazione, volta all’acquisizione di servizi specialistici esterni volti alla realizzazione di un nuovo modello/disegno industriale, e al successivo deposito della domanda di registrazione;
  • fase B.2 – area produzione, per l’acquisizione di servizi specialistici esterni volti allo sfruttamento economico di un modello/disegno industriale attraverso la messa in produzione di nuovi prodotti a esso correlati;
  • fase B.3 – area commercializzazione, diretta all’acquisizione di servizi specialistici esterni volti allo sfruttamento economico di un modello/disegno industriale attraverso la commercializzazione del titolo di proprietà industriale.

Le intensità massime dei contributi per le tre fasi ammontano a: 10mila euro per la fase B1, 60mila euro per la fase B2, 10mila per la fase B3.

Fasi.biz

FASI.biz.è la più completa fonte di informazione in Italia sui finanziamenti previsti dai programmi di sviluppo: news, articoli, eventi e una Banca Dati di migliaia di schede agevolazioni con monitoraggio personalizzato sulla pubblicazione di nuovi bandi per imprese, Pubblica Amministrazione, no-profit e privati.

Clicca per commentare

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This