Legal & Digital Rights

Regno Unito: critiche ad Amazon e Google per mancate tasse

google-evasione-fiscale

Nel Regno Unito e sono sotto accusa per aver usato “troppi stratagemmi” e “fumo e specchi” per evitare di pagare le sulle vendite effettuate nel paese.

Il Public Accounts Committee, commissione della Camera dei Comuni che si occupa anche di evasione fiscale ha accusato il vice presidente di Google, Matt Brittin, di non aver detto la verità sulla questione del pagamento delle tasse. Lo scorso novembre, infatti, il manager aveva spiegato che nel Regno Unito la società non vende servizi a clienti britannici, permettendo in questo modo a Google di pagare un minimo corrispettivo di tasse. Secondo Brittin, poi, la pubblicità in Europa è venduta e contabilizzata interamente dalla sede irlandese di Dublino.
Questa versione è crollata inesorabilmente quando la presidente della commissione, la laburista Margaret Hodge, ha evidenziato, in base ad una serie di testimonianze e grazie all’aiuto di un’inchiesta giornalistica, la falsità delle parole di Brittin.

La Hodge ha puntato il dito contro Brittin ricordandogli che il suo comportamento potrebbe avere conseguenze molto gravi. “Siete una compagnia che agisce in malafede e usa fumo e specchi per evitare di pagare le tasse”, ha detto la deputata rivolta al vice presidente.

Anche Amazon sembra trovarsi nelle stesse difficoltà. La piattaforma di e-commerce, infatti, è stata criticata dai media britannici e da rappresentanti laburisti per aver pagato l’anno scorso, a fronte di vendite in Gran Bretagna pari a 4,3 miliardi di sterline, 2,4 milioni di sterline di tasse. Oltre a questo, i criticismi arrivano anche dal fatto che il gruppo americano ha ricevuto in contributi e agevolazioni fiscali una somma di 2,5 milioni di sterline. “E’ tutto patetico e si deve agire per cambiare in fretta questo stato di cose”, ha riferito il deputato Labour, Nick Smith.

1 Commento

Commenti e reazioni su:

Loading Facebook Comments ...

1 Commento

  1. Pingback: Ue indaga su Amazon e Lussemburgo: accordi fiscali illeciti? | Tech Economy

Lascia una replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No Trackbacks.

TechEconomy è il portale di informazione dedicato a manager, imprenditori e professionisti che vogliono approfondire e comprendere l’impatto delle tecnologie nello sviluppo del business nelle PMI come nell’industria, nella finanza, nei servizi.
Si rivolge insomma a tutti coloro che vogliono capire come le nuove realtà dell'Information Technology - Web 2.0, e-Business, net economy - stiano cambiando l’economia, e con essa la società.
Inizio
Shares
Share This